NFT (Non-Fungible Token): cosa sono e come funzionano

FTA Online, 28 Apr 2022 - 14:55

Gli NFT sono dei “certificati digitali” basati sulla tecnologia blockchain volti a identificare in modo univoco, insostituibile e non replicabile la proprietà di un prodotto digitale.

 

Nuovo paradigma nella gestione del diritto di proprietà

Acronimo di Non-Fungible Token (token non fungibili), gli NFT sono una delle applicazioni della finanza decentralizzata: un insieme di servizi e processi che vengono automatizzati grazie all’ausilio di contratti intelligenti (smart contract) e senza la presenza di intermediari. Si tratta dunque di un nuovo paradigma nella gestione del diritto di proprietà.

Acquistare un NFT non comporta l’ottenimento della proprietà dell’opera bensì la possibilità di dimostrare un diritto su quell’opera, attraverso uno smart contract che esegue automaticamente un contratto che viene registrato in modo indelebile sulla blockchain.

 

Modalità di utilizzo degli NFT

Il processo di tokenizzazione di un bene digitale permette di sostituire dati, beni, diritti con un asset digitale unico. Sono molteplici i settori e gli ambiti di applicazione di questa tecnologia.

  • Proprietà intellettuale: gli NFT rappresentano un quadro, un brevetto, una canzone o altri diritti di proprietà intellettuale
  • Gaming: gli NFT diventano oggetti da collezione digitale o gadget utilizzabili nei giochi virtuali
  • Certificati: gli NFT possono essere utilizzati per verificare l’autenticità dell’identità di una persona o di certificati di nascita, di credenziali accademiche, di licenze o di altro
  • Documenti finanziari: fatture, bollette, ordini possono essere trasformati in NFT
  • Real estate: immobili e altre proprietà di valore possono essere tokenizzate per migliorare la liquidità della proprietà o per rendere più veloce il finanziamento

 

I diritti del possessore di un NFT

Quando un soggetto acquista un NFT entra in possesso di un non-fungible token che rimanda a un bene digitale (un’opera d’arte, una GIF, una canzone...). Diventa però più complicato definire i diritti da un punto di vista giuridico, dato che possono esserci differenze sostanziali tra un NFT e un altro.

Per esempio nel caso di NFT che trasferiscono la proprietà di un’opera, si trasferisce la proprietà della copia dell’opera e non di quella originaria che potrebbe dunque essere oggetto di altre vendite. L’NFT che rappresenta il primo “tweet” di Jack Dorsey, venduto per quasi 3 milioni di dollari, non garantisce al proprietario alcun diritto sul “tweet”. Fatti salvi accordi giuridici esterni alla blockchain tra Jack Dorsey e la piattaforma che ha ospitato la vendita dell’NFT, l’autore del tweet potrebbe infatti decidere di mettere in vendita lo stesso tweet su un’altra piattaforma concorrente.

Alla base degli NFT c’è dunque un meccanismo di fiducia tra autore e compratore che prescinde dalla tecnologia blockchain.

 

Esempi di NFT

Gli NFT possono rappresentare opere d’arte, contenuti creativi o di intrattenimento (musica o giochi), oggetti da collezione la cui proprietà ed autenticità sono verificate tramite blockchain.

Di seguito alcuni esempi degli NFT più costosi al mondo:

  1. The Merge dell’artista Pak, venduto su Nifty a 91 milioni di dollari
  2. Everydays, The First 5000 days di Beeple, venduto a 69,3 milioni di dollari in un’asta Christie’s
  3. Clock, un NFT creato da Pak e Julian Assange (un orologio che conta i giorni in cui il fondatore di WikiLeaks Assange è stato imprigionato) venduto a 52,7 milioni di dollari
  4. Huma One di Beeple, venduto a 28,985 milioni di dollari
  5. CryptoPunk #5822 acquistato per la cifra di 23,7 milioni di dollari
  6. CryptoPunk #7523 venduto a 11,75 milioni di dollari
  7. CryptoPunk # 3100 venduto a 7,67 milioni di dollari
  8. CryptoPunk #7804 venduto a 7,6 milioni di dollari

 

Come si crea un NFT

Il punto di partenza è la creazione di una versione digitale dell’opera d’arte che, nel linguaggio informatico, è definita da una sequenza di cifre binarie (0-1). Questa sequenza viene compressa in un’altra sequenza chiamata “hash” (impronta digitale) che identifica in modo univoco e non violabile quel file: il processo di hashing rende impossibile ricostruire il documento digitale originario. Tale sequenza di BIT è univoca e viene trascritta su un libro mastro decentralizzato: la blockchain.

Poiché la maggior parte degli NFT è costruita a partire dalla blockchain di Ethereum, occorre aprire un wallet digitale all’interno del quale depositare e conservare le criptovalute necessarie per le transazioni.

Tra le app più conosciute per aprire un wallet si annoverano:

  • MetaMask
  • Coinbase
  • Trust Wallet di Binance
  • Math Wallet con elevati standard di sicurezza

Una volta creato il proprio wallet contenente le criptovalute è necessario scegliere il marketplace (il negozio virtuale) dove acquistare o vendere NFT. Se l’NFT ha un costo molto economico o è gratuito è probabile che venga applicata una tassa variabile da pagare (gas fee).

I marketplace più conosciuti dove scambiare NFT sono:

  • OpenSea,
  • Rarible
  • NiftyGateway,
  • Foundation, utilizzata dagli artisti,
  • MakersPlace, accessibile solo su invito
  • Mintable è tra i marketplace più completi e offre anche un misuratore di rarità basato su intelligenza artificiale.

All’interno dei marketplace appaiono gli NFT disponibili. Gli acquirenti interessati possono fare delle offerte in asta, al termine della quale il venditore riceve un avviso con le migliori offerte degli acquirenti.

Accettata l’offerta, la piattaforma gestisce il trasferimento di fondi del bene digitale concludendo il processo di vendita.

Cosa sono gli NFT

 

 

Per approfondire sugli NFT

NFT: qual è la differenza tra token fungibili e token non fungibili - Borsa Italiana

 

Borsa Virtuale

Scopri Borsa Virtuale, il servizio gratuito per creare il tuo portafoglio e simulare le operazioni di trading.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.