Cos'è una Corporate Action

L'impatto sui Derivati



FTA Online News, Milano, 31 Mar 2018 - 12:00

Un’operazione sul capitale (corporate action) identifica quel processo di trasformazione del capitale sociale di una società quotata, che determina una variazione sostanziale e rilevante sul valore delle azioni coinvolte nell’operazione. Nel caso in cui l’oggetto di tale trasformazione fossero gli strumenti finanziari che costituiscono il sottostante di contratti derivati quotati sul mercato IDEM di Borsa Italiana S.p.A., gli effetti ricadrebbero tanto sulla singola azione quanto sul contratto derivato.

La rilevanza di questo argomento può essere ben colta se si pensa che il prezzo al quale un derivato può essere venduto o comprato è il riflesso non solo delle condizioni macroeconomiche esistenti, ma anche dello status attuale e prospettico della società le cui azioni sono oggetto del derivato. Tuttavia, non vi è alcuna garanzia che tali condizioni perdurino fino all’esercizio del contratto ovvero alla scadenza dello stesso. In particolare, a seguito di operazioni societarie straordinarie che comportano lo stacco di diritti, operazioni di frazionamento o raggruppamento di azioni, operazioni di scissione nonché distribuzioni di dividendi straordinari, i corsi azionari possono subire una variazione tale da non essere più confrontabili tra di loro. Per ripristinare la continuità delle serie storiche dei prezzi occorre effettuare opportune rettifiche attraverso l’utilizzo del fattore di rettifica. Tali interventi sui corsi azionari hanno un impatto anche sui rispettivi contratti derivati (futures e opzioni) proprio perché cambia in qualche modo l'oggetto stesso del contratto concluso in precedenza (numero diverso di azioni sottostanti, valore dell'azione, etc.).

Il principio alla base di tutti gli interventi di rettifica sui contratti derivati è il mantenimento dell'equivalenza finanziaria, ovvero del controvalore della posizione in opzioni e/o futures su azioni in seguito alla corporate action così da salvaguardare sia il diritto dell'acquirente che l'obbligo del venditore dell'opzione. In particolare, per i contratti di opzione (futures) su azioni possono essere rettificati uno o più dei seguenti elementi quali il prezzo di esercizio (il prezzo di chiusura giornaliero), il numero di azioni sottostanti, la tipologia delle azioni da consegnare, il numero delle posizioni in contratti.

Con riferimento a quanto previsto dalle Istruzioni al Regolamento di Borsa Italiana (sezione mercato IDEM) i contratti di opzione su azioni e futures su azioni possono essere rettificati in occasione di operazioni sulle azioni sottostanti i relativi contratti derivati:

  • operazioni di aumento gratuito del capitale sociale;
  • operazioni di raggruppamento e frazionamento delle azioni;
  • operazioni di aumento a pagamento del capitale sociale mediante offerta in opzione agli azionisti di nuove azioni della stessa categoria, di azioni di categoria diversa, di azioni con warrant, di obbligazioni convertibili e di obbligazioni convertibili con warrant;
  • operazioni di fusione e di scissione;
  • operazioni di conversione delle azioni in altra categoria di azioni;
  • distribuzione di dividendi straordinari.

 A seconda del tipo di operazione, esistono diverse tipologie di intervento di rettifica. In alcuni casi (ad esempio: aumenti di capitale, frazionamento, raggruppamento, fusioni, distribuzione di dividendi straordinari) il coefficiente di rettifica K viene applicato ai prezzi di esercizio delle opzioni (o prezzi di chiusura giornalieri dei futures) e lotto; in altri (ad esempio: scissione) il coefficiente viene applicato soltanto al lotto, creando un basket e senza modificare i prezzi di esercizio delle opzioni o prezzi di chiusura giornalieri dei futures. In ogni caso, Borsa Italiana provvede a fornire al mercato, nel più breve tempo possibile, mediante Avviso di Borsa, la comunicazione delle modalità di intervento, al fine di garantire un’immediata e corretta diffusione delle informazioni.

Rispetto alle operazioni suddette, deve essere considerato un ulteriore caso ovvero l’intervento previsto qualora si verificano condizioni eccezionali di illiquidità delle azioni sottostanti i contratti derivati. In particolare, i contratti di opzione e/o futures su azioni soggette a offerta pubblica di acquisto totalitaria, possono ridurre notevolmente la loro liquidità, sino al caso estremo in cui il sottostante venga delistato. Per esempio, nel caso in cui una società quotata nei mercati gestiti da Borsa Italiana lanciasse un’Opa totalitaria su un’altra i cui sottostanti hanno contratti derivati (opzioni e/o futures) e il pagamento fosse in azioni della società offerente, l’intervento di rettifica è il medesimo previsto per il caso delle fusioni, ovvero il prezzo di esercizio (prezzo di chiusura giornaliero nel caso di stock futures) e il lotto sono rettificati in base alla ragione di offerta. In altri casi (ad esempio delisting del sottostante), le Istruzioni di Borsa prevedono il ricorso all’esercizio anticipato.

Di norma, gli interventi sul mercato IDEM vengono realizzati nel giorno di efficacia dell'operazione societaria, data che per gli aumenti di capitale e distribuzione di dividendi straordinari coincide con il primo giorno in cui l'azione sottostante viene negoziata "ex", cioè priva del diritto a beneficiare dell'operazione in corso (es. diritto a sottoscrivere un aumento di capitale, diritto sul dividendo, ... ). Quando la rettifica comporta il cambiamento delle azioni sottostanti con nuove azioni, la data di efficacia dell'intervento coincide con il primo giorno di negoziazione del nuovo titolo.

Al fine di garantire la migliore visibilità sulla gestione corporate action, Borsa Italiana ha dedicato una sezione specifica del sito internet http://www.borsaitaliana.it/derivati/corporateactions/intro/corporateactionshome.htm nella quale, oltre a fornire una descrizione dettagliata delle singole tipologie di operazioni con relativi esempi storici, è possibile iscriversi al servizio di mailing list tramite il quale ricevere sia gli avvisi inerenti al mercato IDEM ogni qualvolta vengono pubblicati sia un aggiornamento settimanale delle corporate action in pipeline, per garantire all’utente un continuo e completo monitoraggio sul corso di queste ultime.

Borsa Virtuale

Scopri Borsa Virtuale, il servizio gratuito per creare il tuo portafoglio e simulare le operazioni di trading.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.