Fondi Chiusi e Veicoli di investimento

Con forte enfasi sulla gestione e sul contatto ravvicinato tra GP, management aziendale e assets sottostanti, i Fondi di Investimento Alternativi di tipo chiuso possono contribuire al finanziamento e alla crescita sostenibile di lungo termine di alcune delle asset class strategiche delle nostre economie.

Grazie alle caratteristiche chiave di distinzione di una struttura chiusa e, in particolare, alla dotazione di un ammontare di capitale fisso non rimborsabile dal fondo, i Fondi Chiusi e i Fondi a Capitale Permanente rappresentano le strutture più appropriate per mettere insieme il capitale raccolto da investitori privati (retail, professionali o istituzionali) e indirizzarlo a certe categorie di classi di attività in conformità con una strategia d’investimento determinata e fissa.

Alcune delle più frequenti strategie d’investimento sono naturalmente allineate ai principi di investimento sostenibili, sia per il tipo di strategia che perseguono, sia, in maniera più generale, per la due diligence ESG che applicano agli asset sottostanti: finanziamento di PMI (Small Caps, Private Equity, Mini-Bonds, Private Debt, Venture Capital), nuove tecnologie (Corporate Venture Capital, industry-specific venture & growth capital, energie rinnovabili, fintech), asset reali (infrastrutture, social housing). Inoltre, un approccio sistematico e informato volto a identificare e gestire fattori ESG sugli assets sottostanti proteggerà, e può far aumentare significativamente, il valore a lungo termine. Il GP avrà bisogno di monitorare le società in portafoglio per verificare se gli obbiettivi ESG verranno raggiunti. Incontri e visite sul campo possono rivelare la portata delle attività e dei progetti ESG, verificare le informazioni riportate e l’impegno delle partecipate.

Per attrarre una base di investitori più ampia e diversificata, per accrescere il patrimonio gestito e per fornire agli investitori un’opzione di liquidabilità mentre si attende la data di scadenza di lungo periodo, i fondi chiusi e i veicoli a capitale permanente possono decidere di quotarsi sul MIV, il mercato regolamentato di Borsa Italiana che supporta i bisogni di raccolta fondi dei promotori (nella fase di IPO e con operazioni di aumento di capitale) e i bisogni di liquidità e trasparenza degli investitori.

 

Obiettivi di sviluppo sostenibile

L’agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile adottata da tutti gli Stati membri delle Nazioni Unite nel 2015, fornisce un modello condiviso per la pace e la prosperità per le persone ed il pianeta. L’agenda prevede 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (Sustainable Development Goals – SDGs), che sono un invito urgente all'azione da parte di ognuno di noi, in una partnership globale. Anche gli imprenditori e le imprese sono chiamati a contribuire. La messa in atto degli obiettivi di sviluppo sostenibile dipenderà dall'impegno attivo sia del settore pubblico sia del settore privato e le imprese sono chiamate a sviluppare best practice responsabili, come quelle promosse dal Global Compact delle Nazioni Unite.

 

Come identificare i temi

È necessario che gli emittenti condividano quali fattori ESG considerano più rilevanti o materiali per il loro business, spiegando in quale modo possono influenzare la strategia aziendale ed i risultati finanziari e operativi e dimostrando resilienza e prontezza nel cogliere le opportunità di mercato.

Quando le informazioni ESG vengono presentate agli investitori, è importante capire quali informazioni e dati sono utili per gli investitori. I global framework forniscono uno strumento essenziale per consentire agli investitori di analizzare e confrontare i rischi ESG tra società e settori di business.

L'adozione di standard globali e framework rappresenta una guida per affrontare il tema della sostenibilità nel dialogo con gli investitori, rendendo le informazioni più disponibili, coerenti e affidabili.

Di seguito un elenco di standard di reportistica internazionale ed iniziative a cui poter fare riferimento.

MIV - Il mercato degli Investments Vehicles

La quotazione dei FIA sul MIV permette di ampliare e diversificare la base degli investitori, accrescere la visibilità e la trasparenza e creare un mercato secondario efficiente, riconciliando i bisogni degli emittenti con le richieste degli investitori.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.