Sei in:  Home page  ›  Glossario  › Certificati di Credito del Tesoro - Glossario Finanziario

Glossario finanziario - Certificati di Credito del Tesoro

Definizione

Titoli di Stato a medio-lungo temine con cedola indicizzata al rendimento dei BOT.

Approfondimenti

I Certificati di Credito del Tesoro (CCT) sono titoli di Stato a tasso variabile, di durata pari a 7 anni, con cedole indicizzate al rendimento dei BOT semestrali o annuali emessi nel bimestre che precede il mese antecedente lo stacco della cedola. Gli interessi sono corrisposti posticipatamente, con cedola semestrale.
Il metodo di indicizzazione degli interessi è il seguente: la prima cedola è fissa e viene definita in sede di emissione; dal sesto mese in poi il valore delle cedole semestrali dipende dal rendimento dei BOT a sei mesi collocati con l'asta immediatamente precedente la data di decorrenza della cedola. Il valore della cedola sarà quindi pari al rendimento dei BOT aumentato di uno spread percentuale, variabile dallo 0,3% al 1%, a seconda della durata del CCT.
L'emissione dei CCT avviene attraverso un'asta marginale sul prezzo, in genere con frequenza mensile. L'operazione di collocamento è affidata alla Banca d'Italia.
Sono ammessi alla quotazione di Borsa il giorno successivo all'asta e la quotazione è a corso secco. Sono emessi alla pari o sotto la pari. Il prezzo di emissione dipende dalla durata del titolo: quanto maggiore è la durata, tanto minore è il prezzo. Il taglio minimo è di 1.000€ e sono rimborsati, in un'unica soluzione, alla pari. Dal punto di vista fiscale, si distingue tra: CCT esenti da imposta, emessi prima del settembre del 1986; CCT soggetti ad aliquota del 6,25%, emessi tra ottobre 1986 e agosto 1987; CCT soggetti ad aliquota del 12,5%, emessi dopo il mese di agosto del 1987.
L'imposta è applicata, sotto forma di ritenuta alla fonte, sul valore delle cedole e, al momento del rimborso, sullo scarto di emissione.

Esempio

Calcolo della cedola variabile di un CCT.

Si consideri un CCT con le seguenti caratteristiche:
- durata = 7 anni
- scadenza = 1 giugno 2011
- godimento = 1 giugno e 1 dicembre

Il valore della cedola in pagamento il 1 giugno 2006 si calcola considerando l'asta dei BOT semestrali (182 giorni) svoltasi a fine novembre 2005. L'asta ha portato alla fissazione di un prezzo medio ponderato di 97,80.
La cedola viene calcolata aggiungendo 15 centesimi di punto percentuale al tasso di rendimento semestrale lordo del BOT. Il tasso così ricalcolato viene arrotondato ai cinque centesimi più vicini:




La cedola lorda risulta pari a 2,35%, ossia 2,20% + 0,15% (spread).

Acronimo

CCT

Nuova Ricerca

Certificati di Credito del Tesoro

Formazione finanziaria

Consulta la sezione Formazione Sotto la Lente per approfondire le tue conoscenze sul mondo della finanza e di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.