Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Glossario finanziario - Capitale Sociale

Definizione

Il capitale sociale di una società è costituito dall'ammontare complessivo di tutti i versamenti e i conferimenti dei soci ed è indicato nell'atto costitutivo della società stessa.

Approfondimenti

Il capitale sociale rappresenta il valore delle somme e dei beni conferiti dai soci, a titolo di capitale di rischio, all'atto della costituzione dell'impresa; è frazionato in quote ciascuna di pari valore. Le quote vengono assegnate ai soci in proporzione a quanto versato da ciascuno.
Con riferimento ai documenti contabili il capitale sociale viene iscritto nello stato patrimoniale, nella sezione del passivo in quanto rappresenta una sorta di "debito" dell'impresa nei confronti dei propri soci.
Il codice civile stabilisce che le società per azioni e le società in accomandita per azioni devono avere un capitale minimo iniziale di € 100.000, mentre per le società a responsabilità limitata il capitale iniziale è pari a € 10.000.
La normativa consente ai soci di versare il capitale dovuto in più momenti e non subito, all’atto della costituzione della società. In ogni caso, per le società di capitali è obbligatorio versare almeno i 3/10 del capitale sociale al momento della costituzione della società. I versamenti ancora dovuti sono iscritti a bilancio come credito verso soci. Ciò porta ad una suddivisione del capitale in capitale nominale (o sottoscritto) e capitale versato. Il capitale nominale è proprio il capitale definito nell’atto costitutivo ed è pari al prodotto tra il numero di azioni (quote) sottoscritte dai soci ed il loro valore nominale.
Il capitale sociale può subire variazioni, sia in aumento che in diminuzione, durante la vita di una società (ad esempio, la società può deliberare un aumento di capitale o una riduzione dello stesso); ogni delibera avente ad oggetto una variazione del capitale sociale deve essere approvata dall’assemblea straordinaria dei soci, costituendo una modifica dell’atto costitutivo. La necessità della delibera da parte dell’assemblea straordinaria è in linea con la funzione del capitale sociale. Infatti, esso costituisce una garanzia per i creditori della società ed è per questo che la legge stabilisce norme che ne tutelano l’integrità (ad esempio, è obbligatorio accantonare a riserva il 5% dell’utile di esercizio fino a quando non raggiunge almeno 1/5 del capitale sociale).

Nuova Ricerca

Capitale Sociale

Formazione finanziaria

Consulta la sezione Formazione Sotto la Lente per approfondire le tue conoscenze sul mondo della finanza e di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.