Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Lo stacco delle cedole: significato, funzionamento, calendario dividendi

Scopri cos'è e come funziona lo stacco delle cedole di azioni e obbligazioni e il calendario dello stacco dei dividendi nel 2019.



FTA Online News, 11 Lug 2019 - 16:35

Cosa sono le cedole

Le cedole rappresentano i proventi dei titoli azionari e obbligazionari. Nel caso dei titoli azionari l'importo delle cedole è rappresentato dalla quota degli utili che gli amministratori della società decidono di distribuire ai soci – previa approvazione dell’assemblea - sotto forma di dividendi ordinari. Nel caso dei titoli obbligazionari l'importo delle cedole è rappresentato dal tasso di interesse predeterminato all'emissione del titolo. Per i titoli azionari è possibile che gli amministratori decidano di distribuire cedole non derivanti da utili dell'attività ordinaria ma da altre voci contabili (cassa, riserve, ecc.): in tale eventualità si parla di cedole (o dividendi) straordinari.

 

Le cedole e il prezzo del titolo: il corso tel quel

Corso tel quel e corso secco indicano due differenti metodi di quotazione di un titolo. Se il titolo è quotato con il metodo del corso tel quel, il prezzo del titolo stesso incorpora la cedola in corso di maturazione. Qualche giorno prima (al massimo tre giorni lavorativi) del pagamento della cedola al possessore del titolo, la cedola viene staccata dal titolo (nel mondo cartolare che caratterizzava gli strumenti finanziari prima della dematerializzazione attuata nel 1999, si procedeva letteralmente a ritagliare la cedola posta sul bordo del certificato azionario o obbligazionario) e il prezzo del titolo subisce una decurtazione di importo pari alla cedola. Le azioni sono tipicamente negoziate tel quel.

 

Le cedole e il prezzo del titolo: il corso secco

Se invece il titolo è quotato con il metodo del corso secco, ed è il caso tipico delle obbligazioni, il prezzo negoziato non incorpora la cedola: quindi, in occasione del pagamento della cedola  il prezzo del titolo stesso non subisce alcuna decurtazione. Apparentemente quindi la quotazione a corso secco risulta più lineare (non genera le discontinuità di prezzo visibili in occasione degli stacchi dei dividendi sul mercato azionario) ma è bene far notare che la quotazione espressa con questo metodo non rappresenta l’importo effettivamente scambiato in fase di compravendita. L’importo pagato dall'acquirente (e incassato dal venditore) è infatti dato dal prezzo di mercato del titolo più il rateo di interessi maturati dall'ultimo stacco fino al giorno dell'operazione, calcolato all’interno della fase di liquidazione.

Cedole e prezzo del titolo

 

La frequenza dello stacco delle cedole

Lo stacco delle cedole può avvenire in un’unica occasione (cedola annuale unica), oppure in diverse tranche: nei titoli obbligazionari la cedola è di norma semestrale. Nei titoli azionari lo stacco del dividendo è annuale, ma ultimamente si sta diffondendo, soprattutto tra le società più grandi, lo stacco in autunno di un acconto sul dividendo relativo all’esercizio in corso, per poi provvedere al saldo la primavera successiva.

 

Lo stacco delle cedole

 

 

Borsa Virtuale

Scopri Borsa Virtuale, il servizio gratuito per creare il tuo portafoglio e simulare le operazioni di trading.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.