Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Titoli di Stato

BTP Italia 2018, quattordicesima emissione: cedole, scadenze e caratteristiche

07 Nov 2018 - 15:53

Nuova emissione del BTP Italia 2018 a partire dal 19 Novembre: cedola, scadenza e tutti i dettagli del nuovo titolo di Stato indicizzato all’inflazione italiana.



Il 19 novembre torna il BTP Italia,  il titolo di Stato indicizzato al tasso di inflazione nazionale pensato per il risparmiatore individuale e collocato sul mercato attraverso la piattaforma elettronica MOT di Borsa Italiana. La nuova emissione avrà una durata di 4 anni.

Il BTP Italia fornisce all'investitore una protezione contro l'aumento del livello dei prezzi italiani, con cedole che offrono un tasso reale annuo minimo garantito (collegato all'indice ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai e impiegati – FOI, al netto dei tabacchi), pagate semestralmente insieme con la rivalutazione del capitale per l’inflazione del semestre. In caso di deflazione, le cedole vengono comunque calcolate sul capitale nominale investito, quindi con una protezione estesa non solo alla quota capitale, ma anche agli interessi.

È previsto il rimborso unico a scadenza e un Premio Fedeltà del 4 per mille lordo  per chi acquista all'emissione durante la fase del collocamento dedicata ai risparmiatori individuali  e conserva il titolo fino a scadenza.

Come funziona il collocamento del nuovo BTP

Il collocamento attraverso il MOT di Borsa Italiana avverrà in due fasi: la prima fase, da lunedì 19 a mercoledì 21 novembre (tre giorni che potranno essere ridotti a due in caso di chiusura anticipata), sarà riservata ai risparmiatori individuali ed altri affini, mentre la seconda fase, che si svolgerà nella sola mattinata del 22 novembre, sarà riservata agli investitori istituzionali. Per questi ultimi il collocamento potrebbe prevedere un riparto, nel caso in cui il totale degli ordini ricevuti risulti superiore all’offerta finale stabilita dal Ministero dell’Economia e delle Finanze. Al contrario, per i piccoli risparmiatori ed altri affini non sarà applicato alcun tetto massimo, assicurando la completa soddisfazione degli ordini, come in tutte le precedenti emissioni.

I titoli offerti nelle due fasi sono caratterizzati da due codici ISIN distinti.


Dettagli Distribuzione

  • Periodo di Distribuzione: dal 19 al 22 novembre, suddiviso in due fasi. Alla Prima Fase, che si terrà su tre giorni dal 19 al 21 novembre 2018, parteciperà esclusivamente il pubblico indistinto, come definito nella comunicazione pubblicata sul sito del MEF, mentre la Seconda Fase, che avrà luogo il 22 novembre 2018, sarà stata dedicata a tutte le altre categorie di investitori, essenzialmente quelli istituzionali, escluse dalla Prima Fase.
  • Data di regolamento dei contratti condizionati conclusi nel Periodo di Distribuzione: 26 novembre 2018
  • Operatori incaricati dall'Emittente alla distribuzione: Banca IMI S.p.A. e BNP Paribas
  • Prezzo fisso dei contratti condizionati (Prezzo di Emissione): 100%
  • Modalità di Distribuzione: per la Prima Fase, unica sessione di mercato a Negoziazione Continua dalle 9.00 alle 17.30 (non è prevista la fase di asta di apertura); per la Seconda Fase, sessione d'Asta, dalle 9:00 alle 11:00, con abbinamento delle proposte in acquisto e in vendita al termine dell'Asta ed eventuale riparto.
  • Proposte di negoziazione inseribili dagli altri operatori durante la Prima Fase: esclusivamente ordini in acquisto senza limite di prezzo (market order) o con limite di prezzo (limit order) uguale al Prezzo di Emissione. Gli ordini dovranno essere immessi con parametri Fill-or-Kill (FOK), Immediate or Cancel (IOC) o DAY. Gli ordini con limite di prezzo e con modalità di esecuzione DAY permarranno sul book anche in caso di temporanea assenza dell’operatore incaricato alla vendita.
    Proposte di negoziazione inseribili dagli altri operatori durante la Seconda Fase: senza limite di prezzo (market order) e con modalità di esecuzione GTC.
  • Importo minimo acquistabile: Prima Fase: 1.000 Euro; Seconda Fase: 100.000 Euro.


Scarica:
- l'Avviso relativo all'avvio della fase di distribuzione;
- l'Avviso realativo ai codici e al dealer incaricato per la Seconda Fase di distribuzione.

Scarica, il Comunicato del MEF, la Scheda Informativa della Quattordicesima Emissione, la Nota per gli operatori di mercato e le FAQ.

Per ulteriori dettagli visita il sito del Ministero dell'Economia e delle Finanze.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.