S&P BSE Sensex

Lo S&P BSE Sensex è l’indice composto dai 30 titoli maggiormente negoziati alla Borsa di Bombay



FTA Online News, Milano, 10 Nov 2021 - 11:00

L'indice della Borsa di Bombay

Lo S&P BSE Sensex (Bombay Stock Exchange Sensitive Index) è l’indice composto dai 30 titoli maggiormente negoziati alla Borsa di Bombay, il listino più antico del continente asiatico.  Fondato nel 1875 con il nome di “The Native Share & Stock Broker’s Association”, il Bombay Stock Exchange è stato infatti il primo listino indiano a ricevere il riconoscimento (nel 1956) dal Governo.  All’interno del BSE, il Sensex, è l’indice con le 30 azioni più rappresentative dei 12 maggiori settori e si pone di fatto come il principale indicatore per misurare l’andamento dell’economia indiana.

Indice BSE Sensex

 

La composizione dell'indice

All’interno dell’indice vengono scambiate le azioni rappresentative dei 12 settori che sono: housing related; capital goods; telecom; healthcare; finance; metal, metal products and mining; fast moving consumer goods (FMCG); information technology; transport equipments; power; oil and gas; diversified.

L’autorità della Borsa di Bombay rivede periodicamente la composizione dell’indice in modo da garantire una stretta correlazione con le condizioni di mercato. Le società che compongono il paniere devono rispettare due requisiti di anzianità e di capitalizzazione:

  • le società devono essere quotate da almeno 3 mesi;
  • il peso di ogni titolo del paniere deve essere pari ad almeno lo 0,5% dell’indice.

Il Sensex fu varato nell’aprile del 1979 con “base value” pari a 100 e venne calcolato inizialmente con il metodo “Full market capitalization” poi abbandonato per la metodologia del “Free-float market capitalization”.

 

Com’è calcolato

L’indice S&P BSE Sensex è calcolato attraverso la metodologia cosiddetta del “Free-float market capitalization” dove il valore dell’indice in ogni momento riflette il valore di mercato del flottante di tutte e 30 le compagnie rappresentate. Il metodo del free-float market capitalization è per l’appunto un metodo di costruzione di un indice che prende in considerazione esclusivamente la capitalizzazione di mercato del flottante di una compagnia con l’obiettivo di calcolare l’indice ed assegnare pesi alle azioni dello stesso. La capitalizzazione di mercato del flottante è definita anche come la parte delle azioni emesse da una società che sono disponibili per la negoziazione sul mercato azionario. Il BSE calcola un fattore di flottante (Free-float factor) per ogni compagnia sulla base del prospetto di emissione inviato al Bombay Stock Exchange da ogni società. A tal fine il BSE fissa dei range ad ognuno dei quali corrisponde un determinato fattore. Per esempio un Free-float factor pari a 0,55 significa che solo una quota tra il 50 ed il 55% della capitalizzazione di mercato della compagnia rappresenta il flottante ed è perciò tenuto in considerazione nel calcolo dell’indice. 

 

I titoli del paniere

L’indice S&P BSE Sensex è attualmente composto da 30 compagnie che rappresentano 12 settori, eccole in ordine alfabetico:

ASIAN PAINTS, AXIS BANK, BAJAJ AUTO, BAJAJ FINANCE, BAJAJ FINSERV, BHARTI AIRTEL, HCL TECHNOLOGIES, HDFC, HDFC BANK, HUL, ICICI BANK, INDUSIND BANK, INFOSYS, ITC, KOTAK MAHINDRA BANK, L&T, M&M, MARUTI SUZUKI, NESTLE, NTPC, ONGC, POWER GRID, RELIANCE IND., SBI, SUN PHARMA, TATA STEEL, TCS, TECH MAHINDRA, TITAN, ULTRATECH CEMENT.

Indice BSE Sensex

Borsa Virtuale

Scopri Borsa Virtuale, il servizio gratuito per creare il tuo portafoglio e simulare le operazioni di trading.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.