Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Formazione Sotto la Lente

Cos'è un Covered Warrant - Parte Prima

24 Ott 2005 - 12:39

Le conoscenze base sui Covered Warrant



bullet (9207)Parte prima  |  bullet (9207)Parte seconda

Se ne parla sempre più, ce ne sono oltre tremila quotati presso Borsa Italiana; ma molti ancora non ne conoscono alla perfezione il funzionamento, le modalità di utilizzo e i vantaggi correlati allo strumento.

Cosa sono i Covered Warrant

Il Covered Warrant incorpora, nella forma di un titolo liberamente trasferibile, il diritto di acquistare o di vendere un determinato sottostante ad un determinato prezzo (strike price) entro un periodo prefissato (stile “americano”), oppure alla data di scadenza prefissata (stile “europeo”).Vengono chiamati strumenti derivati, poiché “derivano” il loro valore dall’andamento del prezzo di una attività sottostante, solitamente azioni, indici, valute, materie prime etc.Possono essere ammessi alla negoziazione solo se emessi da società soggette a vigilanza prudenziale da parte della Banca d’Italia, e quindi essenzialmente da banche. I Covered Warrant sono quotati e negoziati in Borsa Italiana S.p.A. nel mercato dedicato, SeDeX.

Quando utilizzarli

Una delle principali finalità dell’utilizzo dei Covered Warrant è volto a trarre i maggiori vantaggi da movimenti di breve periodo del sottostante, quindi per finalità prevalentemente di trading. In coerenza con le aspettative di movimento del prezzo dell’attività cui lo strumento finanziario fa riferimento si acquistano i due tipi diversi di Covered: acquisto di un Covered Warrant Call a fronte di aspettative di un rialzo del prezzo del sottostante, e acquisto di un Covered Warrant Put se invece le attese sono per un calo del prezzo del sottostante. Bisogna sempre essere consapevoli del maggiore grado di rischio a cui la titolarità di un Covered Warrant espone l’investitore rispetto all’investimento diretto ad esempio in azioni: infatti il valore del Covered Warrant amplifica sempre le oscillazioni di prezzo dell’attività a cui è legato (cosiddetto effetto leva); valore che addirittura può anche annullarsi totalmente a scadenza se i movimenti di prezzo del sottostante non sono stati in linea con le previsioni dell’investitore. A fronte della possibilità di ottenere maggiori guadagni, i rischi di perdite sono quindi amplificati. Non si sfugge neanche in questo caso alla legge che definisce in maniera direttamente proporzionale il rapporto tra rischio e rendimenti.

I Covered Warrant possono essere usati non solo a fini puramente speculativi ma anche per proteggere il valore di singole azioni oppure di un portafoglio di titoli. Ad esempio se le aspettative sono di un ribasso generalizzato dei corsi delle azioni detenute in portafoglio un modo per proteggersi da questo rischio è quello di acquistare un Covered Warrant Put sull’indice di mercato: qualora infatti l’andamento negativo dei corsi delle azioni si verifichi lo strumento in questione acquisterà valore compensando le perdite registrate dal portafoglio. Bisogna infine fare molta attenzione ad altri due aspetti: il fattore volatilitàGlossario del sottostante e l’effetto del trascorrere del tempo (cosiddetto time decay). Se il sottostante è molto volatile e l’estinzione del Covered Warrant è lontana nel tempo, maggiori sono le probabilità che lo strumento in questione, sia esso call che put, possa avere a scadenza un importo di liquidazione positivo (in the money). Quindi alta volatilità e scadenza lontana comportano, a parità di altre condizioni, un prezzo da pagare per l’acquisto del Covered Warrant più alto. Di conseguenza può accadere che a parità di valore del sottostante il Covered Warrant perda valore in corrispondenza di una diminuzione delle aspettative di volatilità del sottostante o semplicemente perché trascorrono i giorni che mancano alla scadenza.

I vantaggi dei Covered Warrant

  • Possibilità di ottenere profitti elevati: un Covered Warrant ha potenzialità di apprezzamento teoricamente illimitate. A fronte della possibilità di un profitto elevato, l’investimento in Covered Warrant comporta l’assunzione di un rischio altrettanto significativo: la perdita massima potenziale corrisponde all’intero capitale investito;
  • Forte reattività ai movimenti di mercato: il valore di un Covered Warrant varia generalmente in modo più che proporzionale al variare del valore del sottostante cui si riferisce per effetto del fenomeno della leva finanziaria;
  • Si possono utilizzare i Covered Warrant call come alternativa all’investimento diretto nel sottostante. Per assumere una posizione rialzista su un’azione, invece di acquistare direttamente l’azione, si può investire solo una parte del capitale in un Covered Warrant call sull’azione prescelta e destinare la parte rimanente ad investimenti alternativi.

I termini dei Covered Warrant

  • At the Money: definizione del covered warrant con valore corrente del sottostante esattamente uguale allo strike;
  • Call: diritto ad acquistare;
  • In the money: definizione del covered warrant call con valore corrente del sottostante superiore allo strike, e del covered warrant put con valore corrente del sottostante minore dello strike;
  • Multiplo: quantità del sottostante controllata da un singolo covered warrant;
  • Out of the money: definizione del covered warrant call con valore del sottostante inferiore allo strike, e del covered warrant put con valore del sottostante superiore allo strike;
  • Premio: prezzo da corrispondere per acquistare un covered warrant;
  • Put: diritto di vendere;
  • SeDeX: Il mercato dei covered warrant e dei certificates;
  • Strike Price: prezzo al quale è possibile esercitare il diritto di acquisto (call) o vendita (put);
  • Underlying: attività sottostante;
  • Valore intrinseco: valore realizzabile in caso di esercizio immediato;
  • Valore temporale: la probabilità che cresca il valore del sottostante;
  • Volatilità: misurazione dell’intensità delle oscillazioni dei prezzi dell’attività sottostante

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.