La vacanza naviga in rete

Sono circa 26 milioni gli italiani che hanno cercato sul web la meta delle proprie vacanze



FTAOnline News, Milano, 14 Lug 2011 - 17:31

Sempre più famiglie scelgono la vacanza sul web. E’ quanto rivela una ricerca realizzata da SpeedVacanze il portale specializzato in viaggi on-line in collaborazione con Best Network in base alla quale ben 26 milioni di italiani hanno cercato sul Web la meta delle proprie ferie 2011.

Nel dettaglio

Secondo lo studio, gli internauti italiani sono in continuo aumento e hanno raggiunto a giugno di quest’anno quota 26.316.000. La metà di loro naviga su Internet tutti i giorni. Viaggi, servizi finanziari ed ecommerce sono i principali 3 motivi per cui gli italiani navigano in rete: “A trainare l’Internet economy italiana”, spiega la ricerca, “è il comparto dei viaggi (32%), dei servizi finanziari (27%) e dell’e-commerce per quanto riguarda l’abbigliamento e gli articoli sportivi (23%), che sono i settori privilegiati dello shopping virtuale degli italiani”.

Un giro d’affari quello dell’Internet economy che vale circa più 32 miliardi di euro, l’equivalente del 2% del Pil italiano. Se si considera poi il valore dei beni e servizi trovati on line e successivamente acquistati off-line, il totale dell’impatto diretto e indiretto di Internet sull’economia italiana è di quasi 60 miliardi di euro.

Secondo la classifica italiana stilata da SpeedVacanze.it sono i milanesi con il 42%, a preferire l’on-line per l’acquisto dei viaggi, seguiti dai romani (39%) e dai napoletani (32%).  Ma se a Roma e Napoli la maggior parte degli utenti opta per pacchetti viaggio low-cost, a Milano invece prevale la scelta di vacanze esclusive all’insegna del comfort.

Perché il web

Ormai è assodato che l’uso del web è sempre più connesso ad un’idea di risparmio e convenienza: sconti, low cost, offerte, prezzi vantaggiosi e servizi competitivi tra loro. Internet  è lo strumento per il fai-da-te, per crearsi da soli le vacanze e molto altro. Una tendenza destinata ad affermarsi sempre di più, ma che allo stesso tempo ha delle ricadute enormi per chi, per esempio, opera nel settore del turismo, visto che si vede portare via una grossa fetta di mercato.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.