Come Risparmiare sui Telefoni Fissi

Gli operatori telefonici hanno iniziato la “battaglia” delle offerte: stanno lanciando sul mercato nuovi piani tariffari molto economici che rendono meno convenienti quelli precedenti



13 Mar 2008 - 10:39

Gli operatori telefonici hanno iniziato la “battaglia” delle offerte: stanno lanciando sul mercato nuovi piani tariffari molto economici che rendono meno convenienti quelli precedenti. La novità non riguarda i cellulari ma è rivolta ai telefoni fissi: l’utente può richiedere al proprio operatore telefonico di cambiare piano tariffario e quindi optare per uno più economico e mantenendo gli stessi servizi ottenere delle riduzioni sulla bolletta del 10 o addirittura del 15% ogni mese.

La ragione di questa novità sta nel fatto che la concorrenza spinge il mercato ad offrire proposte sempre più allettanti e richiamare un numero sempre maggiore di nuovi abbonati lanciando tariffe sempre più accattivanti.

Come funziona:

Il cliente di un operatore telefonico, dopo avere individuato il piano tariffario a lui più conveniente tra i molti proposti deve sceglierne uno. Come?

  • Con un telefonata: basta chiamare il proprio operatore e comunicare quale piano si è scelto
  • Con internet: accedendo al portale online dell’operatore e dopo essersi registrati fornendo nome utente e password, è possibile passare ad un nuovo piano tariffario.

Caratteristiche

E' l’utente a scegliere se passare ad un nuovo contratto o continuare con quello vecchio. Non esistono pertanto automatismi: nessun operatore potrà più assegnare ai propri clienti in maniera automatica un nuovo contatto.

Perché conviene

Passare ad un nuovo piano tariffario conviene perché a fronte degli stessi servizi e a volte anche qualcosa in più, si risparmia sulla bolletta. Perché pagare di più se si possono avere gli stessi servizi ad un costo inferiore? Viene da domandarsi quale sia il vantaggio per gli operatori telefonici. La risposta è che la maggior parte degli utenti, un po’ per pigrizia, un po’ perché impauriti dalle trafile complesse e perdita di tempo, decide di non cambiare piano tariffario spendendo di più per dei servizi che potrebbero essere pagati meno. Ovviamente, l’operatore telefonico non effettua nessun cambiamento se l’utente non dà il consenso.

Quanto si risparmia (operatoti telefonici a confronto):

Il risparmio chiaramente dipende dal proprio gestore telefonico.

Gli operatori che offrono i nuovi piani tariffari sono: Fastweb, Wind-Infostrada, Telecom, Tele2, Tiscali. Per tutti vale la regola che non esistono limiti temporali per richiedere la tariffa e quindi la modifica può essere fatta in qualsiasi momento. Ma se se si desidera passare ad un altro operatore prima della scadenza del contratto si va incontro a delle penali.

Alcuni esempi:

Fastweb: per passare da un vecchio piano ad uno nuovo si paga 35 euro. Per aggiungere o togliere un servizio si pagano 10 euro. Un esempio di risparmio: il Piano Fastweb&mobilzero con opzione naviga senza limiti offre telefonate verso rete fissa e internet illimitati (oltre a 250 minuti al mese verso cellulari) a 67 euro mensili. Chi ha fatto il contratto poco più di un anno fa per la stessa opzione- ma senza pacchetto minuti per cellulari- paga ogni mese 80 euro. Con una telefonata può quindi risparmiare 13 euro al mese.

Telecom: il passaggio ad un nuovo piano tariffario è gratuito e per esempio si può chiedere gratuitamente di aumentare la velocità della ADSL da 2 a 7 magabit.

Tiscali: il cambio profilo prevede un costo compreso tra 15 e 25 euro. Ma per il momento è gratuito in quanto è in promozione.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.