La spesa in un “click”

Come orientarsi tra le molteplici offerte? Il web aiuta a confrontare prezzi e sconti.



FTAOnline, Milano, 01 Feb 2013 - 11:18

Se durante i mesi invernali sembra impossibile risparmiare sulla bolletta del gas, si può però fare qualcosa per diminuire il costo della spesa approfittando di sconti, primi prezzi o scegliendo gli hard discount per trovare i prodotti non di marca. Un altro valido aiuto è certamente il web, attraverso il quale è possibile confrontare i prezzi e sconti nei diversi punti vendita.

La spesa, ormai, è diventata troppo cara per la maggior parte degli italiani. Questo è un dato confermato anche dall’Istat che fa sapere che la spesa media di una famiglia italiana, tra alimentari, prodotti per l’igiene personale e per la casa, assorbe ben il 20% del bilancio annuale di una famiglia.

Spesa, web e risparmio

Con l’aiuto del web, si può davvero risparmiare fino a 1.500 euro. A tanto può arrivare il risparmio in un anno scegliendo bene dove andare a fare la spesa. E se si rinuncia ai prodotti di marca, la spesa si può ridurre di 3.500 euro all’anno. Lo dice un’ inchiesta, realizzata da Altroconsumo che ha considerato 950 punti vendita in tutta Italia (162 ipermercati, 603 supermercati, 185 hard discount).
Il risultato? Il punto vendita in assoluto meno caro è stato trovato ad Arezzo. La spesa media più bassa di tutte le 61 città è a Pisa (5.969 euro), seguita da Firenze e Verona. Dove la concorrenza funziona esistono possibilità di risparmio: è quanto succede in Toscana, Umbria e Veneto, Emilia Romagna. Pecore nere: Trentino, Val d’Aosta, il centro-sud e le isole maggiori, dove invece la battaglia tra insegne langue.

Oggi a giocare un ruolo fondamentale è il web che orienta i compratori tra le mille offerte presenti nei disparati supermercati, tant’è che negli ultimi anni si sono sempre più perfezionati portali e motori di ricerca in grado di confrontare i prezzi e gli sconti proposti periodicamente nei punti vendita.

Tra i principali motori di ricerca delle promozioni c’è Klikkapromo.it che va a caccia degli sconti per permettere ai consumatori di scoprire le offerte in corso nelle catene della grande distribuzione con la promessa è di far risparmiare fino a 2.500 euro l’anno mettendo a confronto le promozioni delle principali catene di supermercati e ipermercati. Ma anche Poinx.it è un portale che consente di cercare coupon, offerte, promozioni, e prezzi bassi. Promette di trovare il deal richiesto, scegliendo la città e la categoria dell’offerta, visualizzando tutte le promozioni attive sulla mappa, oppure trovando il coupon tramite il motore di ricerca. Le categorie sono svariate: non solo alimentari, ma anche centri estetici, parrucchieri, lavanderie e perfino agenzie matrimoniali. Si può risparmiare anche sulla bolletta della luce o del gas, della Adsl o della pay tv confrontando le varia tariffe, come propone il portale Mybest.it. In questo caso, la promessa è risparmiare fino a 500 euro. Il criterio, dunque, è di raffrontare utenze e bollette, nella ricerca dell’offerta più vantaggiosa. Il portale è anche dotato di un servizio di consulenza online che funziona a richiesta e sulla base delle bollette già pagate. Infine anche il sito istituzionale Osservaprezzi, l’osservatorio di prezzi e tariffe del ministero dello Sviluppo economico, svolge attività di monitoraggio e sorveglianza sull’andamento dei prezzi.

Come ultimo consiglio per risparmiare sulla spesa c’è anche quello recarsi al supermercato subito dopo pranzo o immediatamente dopo cena ovvero quando il nostro stomaco è pieno e ci sentiamo sazi, in quanto a stomaco vuoto e con i crampi della fame diventiamo irrazionali e acquistiamo anche ciò che non serve, che fa male e che costa troppo.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.