Consigli utili per Risparmiare sulle Bollette Domestiche

Le solite attività che si svolgono all’intermo delle quattro mura domestiche possono essere svolte con più attenzione, in modo da evitare inutili sprechi



27 Feb 2008 - 09:53

La gestione della casa e tutte le attività che in essa si svolgono, comportano sprechi e consumi che pesano sul bilancio familiare. Con un po’ di attenzione e soprattutto con qualche piccolo accorgimento si può ottenere un grande risparmio. Le solite attività che si svolgono all’interno delle quattro mura domestiche possono essere svolte con più attenzione, in modo da evitare inutili sprechi che non giovano né alle bollette né al rispetto dell’ambiente.

Le accortezze sarebbero tantissime, ma qui verranno elencate quelle più pratiche e semplici da tenere a mente:

Le pentole: coprirle durante la cottura può contribuire a ridurre sensibilmente la bolletta. Ogni volta che bolle l’acqua per la pasta si può risparmiare circa il 25% di energia e anche di tempo.

Pentola a pressione: oltre il forno a microonde, un sistema economico è l’uso della pentola a pressione, adatta non solo per il classico minestrone o per il risotto, ma per cuocere anche molte pietanze, riducendo notevolmente consumi e tempo.

Biancheria: lavare la biancheria a 90° per ottenere un pulito perfetto è uno spreco. I detersivi di oggi consentono lavaggi a 60 o addirittura a 40 gradi con una differenza di risultato impercettibile. Con tre lavaggi alla settimana si risparmia oltre 50 euro annuali, cifra che può essere ulteriormente superata se si elimina il prelavaggio (10% circa di acqua, detersivo ed energia in meno). La lavatrice a pieno carico consuma meno rispetto a due lavaggi predisposti per il cestello mezzo vuoto che consumano circa il 20-25% in più .

Batterie: si può risparmiare anche sul costo delle batterie comprando quelle ricaricabili invece delle normali stilo usa a e getta. In questa maniera si acquista una volta sola la batteria ad un prezzo che si aggira intorno ai 12-15 euro, ma si risparmia in quanto è ricaricabile più volte. Le batterie usate per gli apparecchi che dispongono di motorino prima che si esauriscano completamente, possono essere recuperate per far funzionare sveglie digitali, calcolatrici o altri piccoli elettrodomestici.

Frigorifero: il frigorifero è uno degli elettrodomestici che più grava sulla bolletta domestica, in quanto da solo assorbe circa il 25% dell’intero consumo di energia. Tuttavia con qualche piccolo accorgimento si può risparmiare. Innanzitutto va ricordato che bisogna tenerlo lontano da fonti di calore come forni e fornelli e è opportuno posizionarlo ad una giusta distanza dal muro. Anche i periodici interventi di sbrinamento possono aumentarne l’efficienza. Se il  motore del frigorifero continua a funzionare sempre e non si ferma mai, significa che non sta lavorando scorrettamente in quanto non soddisfa il livello di freddo programmato. Inoltre è bene che le guarnizioni delle porte non siano usurate altrimenti il frigorifero non si chiude bene e si verifica una perdita del freddo che sta all’interno dell’elettrodomestico il che porta ad un consumo ulteriore di energia.

Non aprire il frigorifero in continuazione ma solo quando se ne ha effettivamente bisogno.

Manutenzione annuale: far eseguire la manutenzione annuale della caldaia almeno un mese prima del periodo di accensione. La manutenzione e la pulizia degli apparecchi aiutano a risparmiare in quanto garantiscono una buona efficienza di funzionamento. Una caldaia  che non funziona bene aumenta il consumo di gas e quindi la spesa sulla bolletta. Inoltre è necessario ogni due anni effettuare l'analisi dei fumi e, durante i mesi estivi, sarebbe utile verificare anche lo stato delle tubature. Il cattivo isolamento dell'impianto può comportare un'inutile e notevole dispersione del calore prodotto dalla caldaia.

Inverno: per risparmiare sul riscaldamento e quindi limitare l’uso delle caldaie è bene non far aerare troppo a lungo le stanze. E'preferibile aprire le finestre durante le ore più calde (in estate invece nelle ore più fresche) e ricordarsi che ricambiare l’aria quando la caldaia è accesa provoca un consumo inutile di gas.

Temperatura: in inverno per ridurre i consumi della caldaia regolate la temperatura intorno ai 19 gradi. Un solo grado di temperatura interna superiore aumenta i consumi del 8% .

Acqua: quando si lavano i denti, le mani, ci si rade o si fa la doccia, aprire il rubinetto solo per il tempo necessario a bagnarsi e a sciacquarsi e chiuderla quando non serve invece di farla scorrere. Inoltre è utile ricordare che se si lavano le stoviglie a mano, non bisogna farlo sotto l’acqua corrente ma è opportuno avvalersi di una bacinella per poi procedere al risciacquo.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.