Le app e il conto on line

Cresce la gestione del proprio profilo bancario tramite dispositivi mobili.



FTAOnline, Milano, 19 Apr 2013 - 10:12

Gli italiani si fanno sempre più tecnologici e dinamici nel dialogo quotidiano con la banca.
Crescono le applicazioni per cellulari fornite dalle banche che si fanno sempre più funzionali mentre circa un milione e mezzo di clienti usano ormai i servizi di mobile banking.

Consultare il proprio conto corrente è semplice come leggere un sms
I clienti delle banche italiane sono sempre più tecnologici  e dinamici nel dialogo con le banche.
E’ ormai un dato assodato che il mobile banking abbia preso piede nel nostro paese come attesta una ricerca dell’Abi in collaborazione con Gfk Eurisko secondo cui alla fine del 2012 oltre 12 milioni di clienti usano internet per dialogare con la propria banca. Anche se i clienti non abbandonano totalmente lo sportello tradizionale, grazie alla diffusione di dispositivi sempre più innovativi, come smartphone e tablet , le banche offrono ai propri correntisti applicazioni scaricabili che rendono possibile gestire il proprio conto corrente con la stessa semplicità con la quale si legge un sms. 

Le applicazioni consentono di visualizzare saldo, movimenti, disponibilità del conto corrente, e di effettuare bonifici, giroconti, pagamenti RiBa, Mav, ricariche telefoniche e di carte prepagate.

Ciò che ha convinto le persone a convertirsi alla versione web della banca è il fatto che i conti on line consentono alla banca di risparmiare e quindi di proporre alla clientela un prodotto praticamente gratuito. Inoltre un altro vantaggio è quello di poter accedere al proprio conto praticamente sempre, 24 ore su 24, 7 giorni su 7.

Il Direttore Generale dell’ABI soddisfatto di questi risultati ha affermato che l’utilizzo di strumenti di pagamento moderni significa non solo più efficienza e sicurezza per le famiglie e imprese, ma anche un valido contributo all’opera di ammodernamento e crescita del Paese.

A questi clienti più evoluti si affiancano, infine, oltre 7 milioni di italiani che usano gli sportelli automatici “intelligenti” non solo per prelevare e consultare l’estratto conto, ma anche per depositare assegni, contante e fare operazioni più complesse.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.