Boom del prezzo dei carburanti in Italia

Il costo dei carburanti in Italia è il più alto di tutto il mondo industrializzato



FTAOnline, Milano, 03 Mag 2012 - 17:05

Viaggiare in auto sta diventando sempre più caro per gli italiani. Secondo le stime preliminari sul prezzo del carburante condotte dall'Istat, gli italiani di fronte alla pompa sono costretti a sopportare un aumento come non si vedeva dal '96. Ad aprile il prezzo della benzina è cresciuto su base annua del 20,8%, segnando un ulteriore aumento rispetto al +18,6% di marzo; su base mensile, inoltre, il prezzo del carburante ha fatto registrare una crescita pari al 3,1%. Secondo questi numeri, l'Italia è il Paese industrializzato in cui il carburante costa di più.

Italia, carburanti record

Era dall'ormai lontano 1996 che il prezzo dei carburanti non cresceva così impetuosamente: secondo l'Istat, nello scorso aprile gli italiani hanno speso alla pompa di rifornimento per il singolo litro di carburante il 20,8% in più di quanto avevano fatto nello stesso mese dell'anno precedente.

Gli aumenti riguardano tanto la benzina verde, quanto il gasolio per i mezzi di trasporto. Il carburante diesel cresce su base mensile dello 0,9% e su base annua del 20,5% (dal 22,5% del mese precedente). I rincari si hanno anche sul prezzo del Gpl (+4,4%), il cui tasso di variazione tendenziale accelera ulteriormente e sale al 12,5% (dal 7,7% di marzo).

Sensibilmente diversa la dinamica del gasolio per riscaldamento, in crescita dello 0,3% sul mese precedente e del 10,1% su quello corrispondente del 2011 (era +11,7% a marzo).


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.