Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Evasione fiscale: un nodo ancora da sciogliere

Numerose le sorprese che emergono dalle statistiche del ministero dell’Economia



FTA Online News, Milano, 10 Giu 2016 - 16:29

Il Ministero dell’Economia divulga le analisi sugli studi di settore, le dichiarazioni Irpef e le dichiarazioni Iva relativamente al periodo d’imposta 2014 e non mancano alcune sorprese relativamente reddito dichiarato da lavoratori autonomi e imprenditori.

Redditi dichiarati troppo bassi per essere "veri"

L’evasione fiscale rimane un nodo da sciogliere e lo si evince anche dalle statistiche divulgate dal Ministero dell’Economia relative alle dichiarazioni dei redditi 2015.
Dai dati pubblicati dal Dipartimento delle finanze risulta che gli imprenditori dichiarano, nel 49% dei casi, su una platea di 1,9 milioni di persone, un reddito d’impresa inferiore ai 15mila euro mentre solo lo 0,6% sostiene di percepire un reddito superiore a 150 mila euro.
Basso anche il reddito dichiarato dai lavoratori autonomi con il 48, 5% che dichiara un reddito inferiore a 5.820 euro e solo il 4,1% un compenso superiore a 185.920 euro ( nel caso degli autonomi si tratta di circa 950.000 persone interessate).
I lavoratori dipendenti che rappresentano la metà esatta dei contribuenti italiani (20,5 milioni di persone) dichiarano un reddito di 20.520 euro mentre i pensionati (14,8 milioni) percepiscono medio di 16.700 euro.
Facile intuire come ci sia qualcosa che di fatto non funziona se la maggioranza di imprenditori e liberi professionisti dichiara un reddito inferiore a lavoratori e pensionati con l’evidente conclusione che molto resta ancora da fare sul fronte della lotta all’evasione fiscale.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.