Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Fisco

Imu: salasso per le imprese e le famiglie


La Cgia di Mestre calcola l’impatto dell’Imu su famiglie e imprese


FTAOnline, Milano 20 Apr 2012 - 16:33

Quando si pagherà, come si pagherà? Nelle ultime settimane, l'Imu ha fatto discutere e molto. Qualunque sia il modo in cui gli italiani dovranno versarla, la Cgia di Mestre non ha dubbi: per famiglie e imprese la nuova tassa sarà una vera e propria stangata. L'imposta, stima l'associazione mestrina, comporterà per le aziende un esborso di circa 3mila euro l'anno.

Stangata sulle imprese

Mentre gli italiani sono indaffarati a calcolare a quanto ammonterà l'imposizione sulla prima casa, l'Imu si abbatte con forza sulle attività produttive. Secondo le rilevazioni svolte dalla Cgia di Mestre, la nuova imposta scaricherà sulle imprese un peso fiscale annuo medio pari a 3.889 euro. Meglio, ma non troppo, andrà ai proprietari di magazzini/convitti, su cui l'Imu peserà 2.378 euro, e ai titolari di uffici e botteghe artigiane, che dovranno fare fronte a un peso di 727 euro.

Considerevolmente più leggero il carico che la Cgia ha stimato cadrà sui proprietari di casa: i proprietari di seconde e terze case, secondo i calcoli dell'associazione mestrina, pagheranno mediamente 663 euro, mentre l'imposta media sulle prime case costringerà gli italiani a sborsare mediamente 203 euro.

Rischio per le imprese

Secondo la Cgia, dunque, il peso più rilevante dell'Imu finirà sulle spalle delle imprese, che – suggerisce chi ha condotto lo studi – corono anche il rischio di dovere fare fronte a un'impennata dei canoni d'affitto in cui esercitano la loro attività. Non è irragionevole temere, infatti, che molti proprietari di capannoni e fondi commerciali, allo scadere dei contratti, chiederanno un adeguamento del canone d'affitto, mettendo in grossa difficoltà i commercianti, che nel 60% dei casi sono in affitto.

Dalla Cgia ricordano che le ultime stime ufficiali, relative al gettito Imu quantificano le future entrate per lo Stato ed i Comuni pari a circa 21,4 miliardi di euro, di cui 3,4 miliardi relative alle abitazioni principali e relative pertinenze.

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.