Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Fisco

Quel che il Fisco non prende


Pubblicati i dati su prestazioni erogate e rimborsi relativi ai primi mesi dell’anno


FTAOnline News, Milano 20 Set 2010 - 11:15

Difficile che si parli del Fisco e della sua attività con toni sereni, ma questa volta – di fronte ai dati forniti dall’Agenzia delle Entrate – non si può fare altrimenti. Nell’ultimo periodo di attività, ai risultati raggiunti sul fronte della lotta all’evasione si sommano, infatti, soddisfacenti performance in termini di servizi forniti e di rimborsi fiscali cui si è provveduto.

Una crescita sensibile

Secondo quanto raccontano i numeri, nel corso dei primi mesi dell’anno in corso, l’Amministrazione finanziaria ha erogato 5,2 milioni di prestazioni, con una crescita del 5,8 % rispetto allo stesso periodo del 2009. Più di qualcuno, inoltre, ha potuto apprezzare il “volto buono” del Fisco: nelle tasche di circa un milione di contribuenti (dipendenti, pensionati, professionisti e imprese) sono finiti circa 6 miliardi di euro in rimborsi.

Di regione in regione

La regione in cui gli uffici del Fisco sono stati più attivi è la Lombardia, con circa 796.810 prestazioni erogate. Alle sue spalle si posizionano le altre regioni del Nord: Piemonte (536.352) e Veneto (463.026). L’Emilia-Romagna è la prima regione del Centro-Italia, con 445.342 prestazioni effettuate, mentre tra le regioni meridionali e insulari, la prima posizione spetta alla Sicilia, con 401.903 servizi effettuati.

Una pioggia di rimborsi

La prima parte del 2010 ha visto una pioggia di rimborsi cadere sugli italiani. Nei primi sei mesi dell’anno, infatti, circa un milione di contribuenti si è diviso un importo pari a 6 miliardi di euro. La regione più beneficiata è la Lombardia, dove 150mila persone si sono viste restituire complessivamente 1,4 miliardi di euro. I rimborsi erogati nel Lazio ( prima tra le regioni del centro) sono stati 69mila, per un valore totale di 1,3 miliardi di euro. Al Sud e alle isole, invece, sono andati circa 680 milioni di euro: in questa zona, con 201 milioni di euro, la Campania è stata la regione maggiormente interessata dall’ondata di rimborsi.

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.