Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Fisco

Fisco: da gennaio a ottobre entrate in aumento


Il fisco registra un vero e proprio boom per le entrate derivanti dai giochi


Ftaonline News, Milano 16 Dic 2011 - 17:51

Il ministero dell’Economia comunica il risultato del gettito dei primi tre mesi del 2011 confermando una buona tenuta delle entrate tributarie.

Se le entrate da imposte indirette aumentano, le entrate provenienti dai giochi (il lotto in particolare) evidenziano un vero e proprio boom. Andamento contrario, in leggera flessione dunque, per le imposte dirette.

Crescono le entrate contributive e tributarie

La tendenziale conferma circa la tenuta delle entrate tributarie – come sottolineato dal Tesoro – arriva dai dati relativi al periodo gennaio-ottobre 2011, frangente in cui le entrate tributarie erariali si sono attestate a 310,645 miliardi di euro (+4,508 miliardi), in crescita tendenziale dell'1,5%.

In dettaglio, calano lievemente le imposte dirette – con una flessione dello 0,3% rispetto al 2010 – mentre è positiva la dinamica delle ritenute sui redditi di lavoro dipendente pubblico e privato (+1,4%) e di quelle sui redditi di lavoro autonomo.

In crescita invece il gettito proveniente dalle imposte indirette, con un + 3,5% sempre rispetto al 2010. Il gettito dell'Iva cresce del 2,4%, trainato il larga parte dal prelievo sulle importazioni (+21,4%, pari a +2.528 milioni di euro).

Crescita in doppia cifra per le entrate provenienti dai giochi, che aumentano complessivamente del 12,7%, sostenute dal lotto (+36,7%, pari a +1.532 milioni di euro) e dalle entrate degli apparecchi e congegni di gioco (+6,3% pari a +188 milioni di euro).

Infine proseguono positivamente gli incassi relativi ad attività di accertamento e controllo che hanno fatto registrare un incremento del 24% (+990 milioni di euro).

 

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.