Notizie Radiocor

Borsa: si profila avvio incerto per l'Europa, a Milano occhi puntati su Eni

Sotto la lente anche Snam (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 16 mag - Si profila un avvio all'insegna dell'incertezza per le Borse europee, dopo i rialzi della vigilia e nonostante i record registrati ieri sera da Wall Street, con l'S&P 500 che per la prima volta sopra i 5.300 punti e il Nasdaq Composite che ha aggiornato, per il secondo giorno di fila, i massimi storici. Il future sull'Eurostoxx cede lo 0,12%, quello sul Ftse Mib oscilla sulla parita'. La vigilia a dare slancio ieri ai listini europei e poi alla Borsa Usa sono stati i dati sull'inflazione, che hanno riaperto il dibattito sulle future mosse della Federal Reserve. L'indice dei prezzi al consumo negli States ad aprile e' infatti aumentato dello 0,3% su base mensile e del 3,4% su base annua, rallentando il passo rispettivamente dallo 0,4% e dal 3,5% di marzo. Secondo gli economisti, a questo punto, entro fine anno il costo del denaro calera' dello 0,5%, forse grazie a due tagli. Negli States oggi sono in arrivo numerosi dati: i prezzi all'importazione di aprile, i nuovi cantieri e permessi edilizi di aprile, l'indice manifatturiero della Fed di Philadelphia di maggio, le richieste settimanali dei sussidi di disoccupazione e la produzione industriale di aprile.

Intanto sia in Europa, sia negli States va avanti la stagione delle trimestrali.

A Milano gli occhi saranno puntati su Eni, dopo che il Tesoro ha perfezionata la cessione del 2,8% del capitale sociale attraverso un 'Accelerated book building - Abb' riservato ad investitori qualificati in Italia e investitori istituzionali esteri. I titoli sono stati piazzati a 14,855 euro per un controvalore complessivo pari a circa 1,4 miliardi di euro. Il corrispettivo incorpora uno sconto pari al 1,7% rispetto al prezzo di chiusura di ieri. A seguito dell'operazione, la partecipazione detenuta dal Mef nella societa' scendera' da circa il 4,8% a circa il 2% del capitale sociale. Potrebbe registrare variazioni anche Snam, dopo la comunicazione della trimestrale chiusa con un utile netto adjusted pari a 335 milioni di euro, in crescita dell'11,3% rispetto allo stesso periodo del 2023.

Sul valutario, l'euro e' fermo sul dollaro a 1,087 (1,087 anche la chiusura della vigilia). La moneta unica vale anche 167,74 yen (168,35), mentre il dollaro/yen e' a 154,23 (154,85), dopo che e' emerso che nel primo trimestre 2024 il pil del Giappone ha registrato un calo dello 0,5% rispetto al trimestre precedente, registrando una performance peggiore delle attese. E' in lieve rialzo il petrolio, nonostante ieri l'Aie abbia tagliato le previsioni sulla domanda nel 2024. Il Wti giugno e' scambiato a 78,95 dollari (+0,41%) e il Brent luglio a 83 (+0,29%). E' quasi fermo il valore del gas naturale, che ad Amsterdam e' scambiato a 29,59 euro al MWh (-0,38%).

emi-

(RADIOCOR) 16-05-24 08:39:02 (0171)ENE 3 NNNN

 
Titoli citati nella notizia
Nome Prezzo Ultimo Contratto Var % Ora Min oggi Max oggi Apertura
Snam 4,32 -0,23 17.35.13 4,299 4,354 4,332
Eni 13,718 -1,61 17.37.27 13,664 13,964 13,902


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.