Notizie Radiocor

Borsa: Europa verso avvio cauto tra tensioni geopolitiche e banche centrali

Oggi Londra e Wall Street chiuse per festivita' (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 27 mag - Le borse europee si apprestano ad avviare in modo cauto la prima seduta della settimana, con tutti i future che viaggiano poco sotto la parita'. Cosi' l'Euro Stoxx 50 e' in calo dello 0,08%, il Ftse Mib dello 0,09% e Francoforte dello 0,08%. Solo Parigi tratta in positivo in progresso dello 0,01%. Londra e Wall Street (Memorial Day), invece sono chiuse per festivita'. In una giornata priva di dati macro economici (ad eccezione dei dati Ifo e delle vendite al dettaglio tedesche) gli investitori guardano da un lato all'acuirsi delle tensioni geopolitiche e dall'altro alle future mosse delle banche centrali in materia di politica monetaria. In questo senso parole rassicuranti sono emerse dai governatori delle banche centrali del G7 che si e' concluso ieri a Stresa, che hanno espresso 'soddisfazione per la resistenza economia mondiale alla restrizione monetaria' degli ultimi anni e hanno constatato che 'le prospettive sono in ripresa, non in maniera eccezionale, ma di ripresa a livello mondiale'. In particolare, secondo il governatore di Bankitalia, Fabio Panetta, ha sottolineato come del corso dei lavori 'sia emerso un consenso abbastanza generale su un eventuale taglio dei tassi e questo consenso si e' ampliato anche a quelli che avevano piu' riserve su questa visione'.

In Asia la Borsa di Tokyo ha chiuso in rialzo con il Nikkei che ha guadagnato lo 0,66%, anche se i timori di un inasprimento della politica monetaria da parte della Banca del Giappone (BoJ) hanno pesato sul sentiment. Da sottolineare la decisione di Cina, Giappone e Corea del Sud di 'accelerare' i negoziati su un accordo di libero scambio a tre, in base alla dichiarazione congiunta diffusa al termine del vertice trilaterale di Seul. Sempre sul fronte asiatico, a livello macro, da registrare i profitti delle grandi imprese industriali che hanno registrato in Cina un rialzo annuo del 4,3% nei primi quattro mesi del 2024, a 2.094,69 miliardi di yuan (circa 290 miliardi di dollari), in scia con l'efficacia delle politiche di sostegno all'economia decise da Pechino. Sul valutario cala il cambio euro/dollaro si attesta a 1,084 (1,085 della vigilia), l'euro/yen 170,08 e il dollaro/yen a 156,83. In rialzo il prezzo del petrolio, con il Brent luglio a 82,34 dollari al barile (+0,27%) e il Wti di pari scadenza a 78,01 dollari (+0,37%). In leggero rilazo il gas naturale ad Amsterdam a 34,15 euro al MWh (+0,10%).

Lab-

(RADIOCOR) 27-05-24 08:29:09 (0118)ENE 3 NNNN

 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.