Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sei in:  Home page  ›  Glossario  › Parità dei Tassi di Interesse - Glossario Finanziario

Glossario finanziario - Parità dei Tassi di Interesse

Definizione

Relazione teorica che lega i tassi di cambio a pronti, i tassi di interesse nelle valute domestiche e i tassi di cambio a termine.

Approfondimenti

La parità dei tassi di interesse nasce dall'osservazione che, in un mercato privo di frizioni, ogni investitore può scegliere se investire nel mercato interno o in mercati esteri. Se il tasso di interesse domestico è diverso dal tasso di interesse su un dato mercato estero, il tasso di cambio si aggiusterà per far sì che il rendimento dell'investimento interno e quello dell'investimento estero, una volta convertito in moneta interna, siano uguali.
In formula,
1+iI = (1/S)*(1+iE)*F
dove iI è il tasso di interesse interno, S è il tasso di cambio spot, iE è il tasso di interesse estero, F è il tasso di cambio a termine.

Acronimo

PTI, IRP

Argomenti correlati

Nuova Ricerca

Parità dei Tassi di Interesse

Formazione finanziaria

Consulta la sezione Formazione Sotto la Lente per approfondire le tue conoscenze sul mondo della finanza e di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.