Borsa Italiana utilizza i cookie per una migliore gestione del sito. I cookie utilizzati per fini statistici sono già stati impostati. Per ulteriori dettagli e per informazioni su come gestire i cookie, si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy ed ai cookie.

  
English

Formazione

ETFplus - Il mercato degli ETF e degli strumenti finanziari derivati cartolarizzati (ETC/ETN)

ETFplus è il mercato regolamentato telematico di Borsa Italiana interamente dedicato alla negoziazione in tempo reale degli strumenti che replicano l’andamento di indici e di singole materie prime:
  • ETF (Exchange traded funds)
  • ETF strutturati
  • Strumenti finanziari derivati cartolarizzati (ETC/ETN)

Vai all'articolo 4.5.1 del regolamento di Borsa Italiana

Gli ETF sono Fondi o SICAV a basse commissioni di gestione negoziati in borsa come le normali azioni. Si caratterizzano per il fatto di avere come unico obbiettivo quello di replicare fedelmente l’andamento e quindi il rendimento di indici azionari, obbligazionari o di materie prime. Quotati su Borsa Italiana a partire dal settembre 2002 gli ETF hanno conseguito un successo crescente sia tra gli investitori istituzionali che tra gli investitori privati, testimoniato dal sensibile incremento dei volumi scambiati e il sempre più elevato numero di nuovi strumenti in negoziazione.

Sul mercato ETFplus sono inoltre negoziati OICR innovativi (ETF strutturati), che non si limitano a replicare il mercato a cui si riferiscono ma permettono agli investitori di  accedere a particolari strategie di investimento, come la possibilità di prendere posizione su un mercato con effetto leva (leveraged ETF), di proteggersi da eccessivi ribassi del mercato di riferimento (ETF protective put), scommettere, con o senza leva, sui ribassi (ETF short), nonchè di implementare strategie di investimento più complesse, come le cosiddette strategie buy-write e covered call.

ETFplus risponde inoltre alla necessità di creare un ambiente unico in cui negoziare, oltre agli ETF, altre tipologie di strumenti finanziari che pur non essendo fondi sono a loro assimilabili per meccanismo di funzionamento. Si tratta degli strumenti finanziari derivati cartolarizzati quotati su ETFplus, strumenti finanziari emessi a fronte dell'investimento diretto dell'emittente nel sottostante o in contratti derivati sulle materie prime. Il loro prezzo è, pertanto, legato direttamente o indirettamente all'andamento del sottostante, esattamente come il prezzo di un ETF è legato al valore dell’indice a cui fa riferimento.

Gli strumenti finanziari derivati cartolarizzati si dividono a seconda della natura del sottostante, sotto un profilo anagrafico, in:

  • Exchange Traded Commodities: Strumenti finanziari derivati cartolarizzati che replicano passivamente la performance di materie prime o dii indici di materie prime.
  • Exchange Traded Notes: Strumenti finanziari derivati cartolarizzati che replicano passivamente la performance di sottostanti o indici diversi dalle materie prime o indici di materie prime. Si intendono ETN strumenti finanziari derivati cartolarizzati che replicano, ad esempio, indici di valute, indici azionari o obbligazionari.

Segmentazione

Borsa Italiana, grazie al mercato ETFplus, ha creato il contesto ideale per la negoziazione di ETF, ETF strutturati ed ETC/ETN, con il preciso obiettivo di:
  • ampliare le possibilità di investimento dei risparmiatori, offrendo un’ampia gamma di strumenti che si adattano a differenti profili di rischio e che consentono di aumentare il livello di efficienza e di diversificazione del portafoglio di investimento;
  • tutelare gli investitori attraverso l’applicazione di regole chiare che hanno la finalità di garantire elevata liquidità, spread contenuti (vai all'analisi degli spread degli ETF) e massima trasparenza informativa.

Sul mercato ETFplus sono negoziati strumenti che, pur condividendo i medesimi meccanismi di funzionamento, presentano caratteristiche e peculiarità proprie. Al fine quindi di facilitare il risparmiatore nell’attività di selezione degli strumenti che più si adattano al proprio profilo di rischio-rendimento e alle proprie aspettative, sono previsti tre segmenti (eventualmente divisi in classi) che presentano le stesse modalità di negoziazione:

Segmento OICR aperti indicizzati (ETF), ripartito nelle seguenti classi:

  • classe 1: ETF il cui indice di riferimento è di tipo obbligazionario
  • classe 2: ETF il cui indice di riferimento è di tipo azionario

Segmento ETF strutturati, ripartito nelle seguenti classi:

  • classe 1: ETF strutturati senza effetto leva
  • classe 2: ETF strutturati con effetto leva

Segmento strumenti finanziari derivati cartolarizzati (ETC/ETN), ripartito nelle seguenti classi:

  • classe 1: ETC/ETN senza effetto leva
  • classe 2: ETC/ETN con effetto leva massimo pari a 2
  • classe 3: ETC/ETN con effetto leva maggiore di 2



Liquidità

La liquidità di uno strumento finanziario è supportata dalla presenza continuativa sul book di negoziazione di proposte sia in acquisto che in vendita, con spread competitivi e quantità offerte elevate.

La liquidità degli strumenti negoziati su ETFplus ai sensi dell'articolo 4.5.10 del regolamento di Borsa Italiana è assicurata dalla presenza costante su ciascun strumento di:

  • uno specialista, che si assume obblighi sia in termini di quantità minima da esporre in acquisto e in vendita, sia in termini di massimo differenziale tra il prezzo cosiddetto denaro (bid) e il prezzo cosiddetto lettera (ask) e con l’obbligo di reintegro delle quotazioni entro 5 minuti in caso di applicazione. Borsa Italiana monitora il rispetto di questi impegni in via continuativa;
  • diversi liquidity provider, che pur non avendo nessun obbligo di quotazione, espongono in conto proprio proposte di negoziazione in acquisto e vendita fornendo ulteriore liquidità agli strumenti.

    Vai alla sezione "specialist e liquidy provider" degli ETF.



Negoziazione

Le negoziazioni di ETF e di ETF strutturati si svolgono in continua dalle 9.00 alle 17.25. Con la migrazione sulla piattaforma Millennium, è stata inoltre introdotta una fase di asta di chiusura dalle 17.25 alle 17.30 con chiusura random nell’ultimo minuto 17.30.00 – 17.30.59.
La conclusione dei contratti sul mercato ETFplus avviene mediante l’abbinamento automatico delle proposte in acquisto e in vendita ordinate secondo criteri di priorità prezzo/tempo. Durante la negoziazione continua possono essere immesse, tramite il proprio intermediario, proposte con limite di prezzo o senza limite di prezzo e possono essere specificate, tra le altre, le modalità “valida fino a cancellazione” e “valida fino alla data specificata”.
Per garantire il regolare svolgimento delle negoziazioni, come per le azioni, sono fissati limiti massimi all’oscillazione dei prezzi. È stabilito un limite massimo di variazione del prezzo delle proposte immesse sul mercato rispetto al prezzo di controllo, un limite massimo di variazione del prezzo dei contratti sempre rispetto al prezzo di controllo e infine un limite massimo di variazione dei prezzi tra due contratti consecutivi.
La liquidazione dei contratti viene realizzata presso Monte Titoli (la società di gestione accentrata, liquidazione e regolamento di Borsa Italiana - London Stock Exchange Group) il terzo giorno di mercato aperto successivo all’esecuzione dei contratti, che godono inoltre della garanzia di buon fine fornita dalla controparte centrale (Cassa di Compensazione e Garanzia).
Il lotto minimo di negoziazione è di una azione/quota e quindi, anche con importi minimi, è possibile acquistare gli strumenti quotati su ETFplus.


 

Ultimo aggiornamento:  12 Dicembre 2012 - 10:36



 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.