Più della meta delle pensioni è sotto i 750 euro

Un inizio anno difficile per i pensionati italiani che rimangono a rischio povertà



FTA Online News, Milano, 08 Apr 2016 - 19:04

Il panorama pensionistico italiano mostra una forte concentrazione di assegni previdenziali nelle classi basse che, anche se in maniera indicativa, sono sempre a rischio povertà.

Oltre la metà delle pensioni erogate è di natura assistenziale

L’osservatorio delle pensioni dell’Inps rileva che, a inizio 2016, erano 18,1 milioni del pensioni "a forte concentrazione" nelle classi basse.
Più nel dettaglio, il 63,4% degli assegni (11,5mln) è inferiore ai 750 mentre per le donne gli assegni di questo importo sono oltre i tre quarti del totale.
E’ bene però sottolineare che l’indagine è solo indicativa della povertà in cui versano molti pensionati poiché molti beneficiano di più di una prestazione.
Nel 2015, prosegue l’Inps, sono state liquidate 1.120.638 pensioni delle quali il 51% è di natura assistenziale per un importo annuale di 10,4 milioni di euro.
Un importo consistente che tuttavia non tiene conto delle pensioni pubbliche e ex Enpals mentre, spiega l’Istituto, le pensioni a invalidi civili sono state, a inizio 2016,  2.980.799, erogate per il 44% nel Sud.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.