Pensione: per gli italiani è un rompicapo

Gli italiani preoccupati di aver risparmiato troppo poco o troppo tardi



FTA Online News, Milano, 25 Ott 2016 - 09:53

Gli italiani sono preoccupati per il proprio futuro pensionistico soprattutto per quanto riguarda l’accantonamento di denaro necessario per fare fronte alla vita una volta terminata la carriera lavorativa.

L’Italia deve migliorare l’educazione finanziaria

Costruire un futuro pensionistico che permetta di avere una buona qualità della vita può essere un vero e proprio rompicapo anche alla luce di quanto sta avvenendo in tema di riforma del panorama previdenziale italiano.
Un recente sondaggio condotto da Gfk ha infatti messo in luce le abitudini degli investitori italiani evidenziando come, il 48% degli italiani pensa di aver cominciato a risparmiare troppo tardi mentre il 57% è preoccupato di non aver risparmiato abbastanza per far fronte, con la dovuta serenità, alle necessità che si presenteranno una volta andati in pensione.
Del resto è la pensione la molla che spinge verso il risparmio e gli investimenti per il 39% degli intervistati seguito dalla necessità di far fronte alle spese quotidiane (23%), all’acquisto della casa (19%), scuola o tasse universitarie (19%).
Il nostro Paese tuttavia necessita di una maggiore educazione finanziaria come si evince dalla rilevazione di un 58% di intervistati che investe in singole azioni e emissioni e un 69% che ha un portafoglio esposto esclusivamente su asset italiani.
Quasi il 70% è infine disposto a mettere in discussione le proprie scelte di investimento o addirittura è disposto a liquidarle (15%).

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.