Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Pensioni

Pensionati all’estero: ecco dove la vita costa meno

FTA Online News  14 Set 2018 - 18:04

Sono sempre di più i pensionati che si trasferiscono all’estero per pagare meno tasse



I pensionati che si trasferiscono all’estero per non essere vessati dal fisco sono sempre di più e le mete scelte spaziano dal Nord Africa, all’Asia, e verso mete che consentano una vecchiaia serena.

Il 60% dei pensionati con meno di 750 euro al mese vanno all’estero

Trasferirsi dove la vita costa di meno e le tasse sono meno alte è una necessità per molti pensionati che hanno un assegno mensile di 750 euro circa.

Da un’analisi dell’Unione Europea emerge che è boom di presenze di pensionati italiani in Marocco, ma anche in Thailandia, Portogallo e Malta.

Un movimento demografico verso l'estero che dalla crisi economica internazionale del 2009 fino a oggi ha coinvolto oltre 1 milione di italiani.

Le meta più ambita è il Marocco con una crescita di presenze del 149% negli ultimi sette anni, seguito dalla Thailandia (+107%) e dal Portogallo (+61,7%).

Non fa eccezione il Sud America con un aumento rispettivamente del 48% e del 77%.

È evidente come l'Italia dove ci sono 13,5 milioni di persone sopra i 65 anni, destinate con gli anni ad aumentare, la gestione della terza età diventa un punto fondamentale del welfare sia sul fronte pubblico che su quello privato.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.