Le pensioni raggiungono il top

Nel 2009 toccato il picco di spesa previdenziale in Italia.



FTAOnline News, Milano, 03 Set 2010 - 11:26

A volte le previsioni sbagliano, anche in campo economico. La realtà dei fatti, per esempio, ha smentito quanti prevedano che il picco della spesa previdenziale italiana sarebbe arrivato non prima del 2030. In base agli ultimi dati diffusi dal ministero dell’Economia, infatti, lo scorso anno la spesa per le pensioni del BelPaese è ulteriormente cresciuta, arrivando a toccare livelli mai conosciuti in precedenza.

I numeri

Rispetto all’anno precedente, si legge nella Relazione generale sulla situazione economica del Paese, nel 2009 la spesa pensionistica ha fatto segnare un 2,9%, raggiungendo la cifra di 234 miliardi e aumentando di un punto percentuale (fino al 15,4%, dunque) il proprio peso sul Pil. Tale andamento, secondo gli esperti, avrebbe portato la spesa previdenziale al massimo livello possibile, in anticipo di due decenni sulle previsioni disegnate ai tempi della riforma Dini (erano i primi anni Novanta).

I commenti

La fase di picco raggiunta non sarà una situazione passeggera. I calcoli svolti prendendo in considerazione la struttura demografica del Paese, infatti, consentono di ipotizzare che da tale situazione si uscirà solo dopo il 2060, allorché le uscite pensionistiche torneranno sotto la quota del 14% del Pil. Nonostante ciò, Antonio Mastrapasqua, presidente dell’Inps, garantisce sulla tenuta del sistema pensionistico italiano, assicurata – a suo dire – dal progressivo instaurarsi di un integrale regime contributivo (che sarà a pieno regime nel 2035). Nelle parole di Mastrapasqua, riportate dal Sole 24 Ore, dunque: “Le nuove regole sulle finestre a scorrimento e l’aggancio automatico dell’età pensionabile all’aspettativa di vita chiudono il cantiere aperto 15 anni con la riforma Dini”.

I motivi della crescita della spesa

Secondo l’analisi svolta dal ministero dell’Economia, a far crescere la spesa pensionistica nel corso del 2009 nonostante l’inasprimento delle norme di accesso alla pensione è stato soprattutto l’adeguamento degli assegni ai prezzi e la rivalutazione nella misura del 100% per le fasce di importo dei trattamenti compresi tra 3 e 5 volte il trattamento minimo.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.