Una vita di lavoro non rende uguali

Grosse differenze nei trattamenti pensionistici di uomini e donne



FTAOnline News, Milano, 15 Set 2010 - 14:02

Una vita di lavoro fianco a fianco dei colleghi maschi, molto spesso con le stesse mansioni e analoghe responsabilità, e poi - al momento della pensione - la scoperta che gli assegni "rosa" sono molto diversi rispetto a quelli destinati agli uomini. Basandosi sui dati certificati dall'Inps e raccolti nell'ultimo rapporto annuale dell'Istituto, Adnkronos ha rivelato che le pensioni femminili sono il 35,2% inferiori a quelle maschili e il 19,8% più basse rispetto alla media nazionale.

Dati molto chiari

Un'analisi puntuale dei dati (riferiti allo scorso anno) rivela aspetti poco incoraggianti per quanto riguarda la parità tra i sessi nel mondo del lavoro. Nel 2009, le donne hanno percepito in media 758,35 euro al mese, per un reddito annuale (tredicesima compresa) pari a 9.858,55 euro. Decisamente meglio è andata agli uomini, che hanno raggiunto un reddito mensile pari a 1.169,55 euro, ossia 15.204,15 euro annuali. Complessivamente, dunque, il valore medio degli assegni mensili è stato pari 945,76 euro e il reddito annuo dei pensionati a 12.294,88 euro.

Pensioni di vecchiaia: il gap è ancora più evidente

Se dal computo si escludono assegni di invalidità, superstiti e assistenziali e si prendono dunque in considerazione le sole pensioni di vecchiaia, il divario cresce ulteriormente. In questo caso, infatti, le donne percepiscono un assegno inferiore del 47,2% rispetto a quello dei colleghi. Se la pensione degli uomini si aggira sui 1.305,32 euro mensili, la media femminile non oltrepassa la soglia dei 688,7 euro.

Differenze geografiche

A seconda della zona del Paese esaminata, lo scenario pensionistico appare più o meno grave. I gap maggiori tra uomini e donne si registrano al Nord (le pensioni rosa, qui, sono inferiori per il 38,2%), seguito dal Centro (37,5%) e dunque dal Sud. Nel Meridione, dove la pensione maschile media su scala annuale arriva a 11.346 euro e quella femminile a 8.432 euro, il gap percentuale si ferma al 25,7%.

 

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.