Pensioni: la polizza previdenziale

Il sistema pensionistico contributivo ha diminuito gli importi delle pensioni.



FTAOnline, Milano, 15 Mag 2013 - 15:33

Parlare di pensioni con la crisi in corso non è affatto scontato, ma esiste la possibilità di garantirsi una serenità finanziaria futura attraverso una pensione integrativa. Ecco nel dettaglio di che cosa si tratta.

Previdenza integrativa: un futuro più sereno.
Quando si parla di pensione sappiamo tutti di che cosa si tratta, ma non tutti sanno che con la recente riforma pensionistica è sempre più difficile ottenere una rendita che ci consenta di vivere dignitosamente una volta che si è lasciato il lavoro.

Una via d’uscita potrebbe essere quella di assicurarsi un reddito che integri la pensione di base attraverso la sottoscrizione di una polizza pensionistica integrativa. Vediamo di che cosa si tratta.

La pensione integrativa è un versamento di contributi volontario sottoscrivibile da chiunque, anche da chi non ha reddito, se soggetto fiscalmente a carico. Per questo motivo, chiunque può decidere di sottoscrivere una polizza integrativa, così che in età pensionabile si ritroverà un vitalizio. Attualmente sono molti i giovani che hanno sottoscritto polizze, in quanto a differenza dei loro genitori, il calcolo della loro pensione sarà di tipo contributivo (per tutti coloro che hanno iniziato a versare i contribuiti dopo il 1996) ovvero soggetto ai all’entità dei contributi versati. Questo significa che quando prenderanno la pensione, riceveranno un assegno mensile d’importo più che dimezzato rispetto all’ultimo stipendio.

Le polizze pensionistiche integrative danno anche la possibilità di riscattare, in alcuni casi particolari, il denaro versato, prima della scadenza della polizza. Ovviamente è buona norma controllare le clausole contrattuali, nelle quali saranno elencati i casi ove è prevista la richiesta anticipata della somma versata, o parte di essa.

L’importo versato rientrerà, sotto forma di vitalizio, una volta scaduta la polizza.
L’entità dell’importo dipende da tre fattori fondamentali.

  • L’importo del capitale versato: più alto sarà, più l’assegno diventerà sostanzioso.
  • Età e sesso del beneficiario: il rendimento annuale delle forme previdenziali complementari, è soggetto a tassazione: L’aliquota è pari all’11%, agevolata, rispetto ai redditi derivanti da altre forme d’investimenti finanziari, che è pari al 12,50%.

Per aderire ad una polizza di pensione integrativa, ci si può rivolgere ad una assicurazione o alla propria banca.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.