Inpdap: il mutuo è agevolato per iscritti e pensionati

Requisiti e modalità per la concessione del mutuo



26 Ott 2009 - 11:52

Pessima annata per il sistema previdenziale pubblico che, stando ai dati subirà un disavanzo di oltre 7 miliardi con un aumento di oltre il 30% rispetto ai 5,3 miliardi del 2008. A rilevarlo il rapporto annuale dell'Inpdap presentato dal Commissario straordinario Paolo Crescimbeni. Tra le principali cause del buco di bilancio dell’Istituto previdenziale l’aumento dei pensionati rispetto agli attuali iscritti. Alcuni vantaggi per gli iscritti ancora ci sono però. A partire dal 1° Novembre 2007 infatti tutti i lavoratori e i pensionati della Pubblica amministrazione possono accedere ad un mutuo agevolato per l’acquisto della prima casa.

Requisiti degli iscritti

Chi intenda accendere un mutuo ipotecario per l’acquisto della prima casa potrà avvalersi di un tasso agevolato come iscritto alla Gestione unitaria autonoma delle prestazioni creditizie e sociali ed avere una anzianità effettiva di almeno 3 anni al Fondo credito. Aderire alla Gestione credito Inpdap comporta una trattenuta dello 0,35% sullo stipendio lordo mensile o una trattenuta dello 0,15% della pensione lorda. Chi ha una pensione inferiore ai 600 euro può aderire senza versare alcun contributo.

Il mutuo può avere la durata di 10,15,20,25,30 anni è può essere richiesto per un importo massimo di 300000 euro.

Per poter beneficiare dell’agevolazione nè il soggetto richiedente nè i componenti del suo nucleo familiare potranno risultare proprietari di altre abitazioni che si trovino nel raggio di 100 chilometri dal Comune dove è situato l'immobile sul quale si richiedere il mutuo.

La domanda di mutuo
Per effettuare la richiesta di un mutuo Inpdap è necessario compilare l'apposito modulo correttamente e in ogni parte ed inviarlo alla sede provinciale Inpdap (la provincia deve essere quella in cui si trova l'immobile oggetto della richiesta di mutuo) e inviarlo tramite raccomandata con ricevuta di ritorno.

Condizioni
Una volta concesso il mutuo però il sottoscrittore sarà soggetto ad alcune limitazioni imprescindibili tra cui:
• Il divieto di cedere in locazione o in comodato l’unità abitativa (affitto), per un periodo di 5 anni dalla data di acquisizione della residenza
• La vendita dell’unità immobiliare, oggetto del finanziamento, è subordinata all’estinzione totale del mutuo
• Estinzione del mutuo INPDAP
• E' sempre possibile enstinguere totalmente o parzialmente il mutuo.

Sospensione o interruzione del mutuo
E' possibile sospendere il mutuo per un massimo di due rate per gravi e giustificati motivi quali:

• grave malattia del mutuatario, o del coniuge se titolare di reddito, che ne abbia ridotto la capacità economica a seguito di aspettativa senza assegni o riduzione della retribuzione;
• decesso del mutuatario

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.