Il cumulo pensione-reddito nel 2009

Chiarimenti in materia di cumulabilità per le pensioni di anzianità e vecchiaia



FTAOnline, Milano, 25 Mar 2009 - 10:28

Grosse novità in tema di cumulo con la legge 6 agosto 2008, n.133. E’ stata infatti sancita l’abolizione definitiva del cumulo tra pensione e reddito da lavoro, sia per le pensioni di anzianità calcolate con il sistema di calcolo retributivo (per coloro che avevano almeno 18 anni di anzianità contributiva al 31 dicembre 1995), sia per le pensioni cosiddette di vecchiaia calcolate con il sistema di calcolo contributivo (per coloro che hanno un’anzianità contributiva che parte dal 1° gennaio 1996). L’INPS riassume la differenza dei due regimi dal punto di vista della disciplina del cumulo in un comunicato.

 

Sistema retributivo

Le pensioni di anzianità a carico dell’assicurazione generale obbligatoria e delle forme sostitutive ed esclusive della stessa, liquidate con il sistema di calcolo retributivo, sono totalmente cumulabili con i redditi da lavoro dipendente ed autonomo a partire dalla rata di pensione che decorre dal 1° gennaio 2009.

 

Sistema contributivo

Sono totalmente cumulabili le pensioni calcolate con il sistema contributivo per i lavoratori che hanno un’anzianità contributiva di almeno 35 anni e con l’età anagrafica prevista per la pensione di anzianità liquidata con il sistema retributivo (dal 1° gennaio, 58 anni per i lavoratori dipendenti e 59 per gli autonomi) a carico dell’assicurazione generale obbligatoria e delle forme sostitutive ed esclusive della stessa o a carico della gestione separata.

Dal 1° gennaio 2009 sono totalmente cumulabili con i redditi da lavoro dipendente e autonomo le pensioni liquidate con il sistema di calcolo contributivo a coloro che sono in possesso di un’anzianità contributiva pari o superiore a 40 anni e a coloro che hanno un’età anagrafica pari o superiore a 65 anni se uomo pari o superiore a 60 anni se donna.

 

Eccezioni

Ci sono alcuni esclusi, però. Non si applica infatti la disciplina nel caso di:

• titolari di pensione ai superstiti

• titolari di assegno di invalidità

• lavoratori che trasformano il rapporto di lavoro da tempo pieno a tempo parziale;

• lavoratori socialmente utili per i trattamenti liquidati provvisoriamente;

• titolari di assegni straordinari per il sostegno del reddito.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.