Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Smart working: entro due anni sarà strategico  

Il lavoro in mobilità sarà presto una realtà consolidata anche nel nostro Paese



FTA Online News, Milano, 20 Giu 2018 - 12:27

La possibilità di lavorare con strumenti "mobile" fuori dalla sede aziendale sarà sempre più diffusa anche in Italia tanto che tra un paio d’anni potrebbe diventare d’uso comune anche se persiste una certa reticenza da parte delle aziende.

Lavorare fuori sede sarà una leva strategica per la crescita

In tema di scelte strategiche per attrarre nuovi talenti e migliori opportunità di crescita la scelta di incentivare lo smart working potrebbe divenire decisiva.

Secondo una recente indgine realizzata da InfoJobs, il 70% delle aziende indica il lavoro in mobilità come una abitudine che, entro due anni, diventerà di uso comune.

Per il 21% del campione interpellato questa nuova forma di lavoro verrà adottata dalla maggior parte delle aziende e per il 49% sarà la norma per le aziende di servizi/beni immateriali.

Quasi la metà delle aziende (49%) è reticente ma la percentuale è in diminuzione rispetto al 2016 (-11,5%).

Sicuramente i vantaggi che lo smart working porta con sé sono legati al fatto che possa essere un elemento differenziante per attrarre nuovi talenti (37%) o comunque un incentivo su cui far leva assieme al grado di responsabilità e le condizioni economiche (42%).

Sembra tuttavia chiaro alla maggioranza delle imprese (78%) che può essere un valore per migliorare la qualità della vita dei dipendenti anche a beneficio della produttività.

In questo senso, il nodo da sciogliere è quello della verifica dell’attività svolta dal dipendente che sembra essere possibile tramite la verifica degli obiettivi prefissati con il proprio responsabile.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.