Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Lavoro: meno assunzioni stabili nei primi sei mesi

Calano i contratti a tempo indeterminato mentre continua il boom dei voucher



FTA Online News, Milano, 01 Set 2016 - 18:11

Battuta d’arresto per le assunzioni a tempo indeterminato mentre i voucher si confermano essere una nuova forma di precariato che continua a crescere anche se in misura minore rispetto allo scorso anno.

Meno sgravi uguale meno contratti stabili

I primi sei mesi del 2016 sono trascorsi e dal fronte lavoro ci sono importanti novità sia per quanto riguarda i contratti a tempo indeterminato sia per i voucher.

Secondo quanto rileva l’Osservatorio sul precariato dell’Inps, continua il calo delle assunzioni a tempo indeterminato che, con lo sgravio ridotto al 40%, sono stati 650 mila (326mila in meno,  -33,4% rispetto allo stesso periodo del 2015).

Il trend negativo ha coinvolto anche la trasformazione a tempo indeterminato dei contratti a termine che sono calate del 37% (150 mila contro 238mila).

Prosegue intanto il boom dei voucher che nel periodo gennaio-giugno 2016 hanno registrato una crescita delle vendite del 40,1% rispetto al primo semestre 2015 confermando di essere una nuova forma di precariato.

Per quanto riguarda gli stipendi, infine, tra i nuovi rapporti di lavoro a tempo indeterminato si riduce, sempre nello stesso periodo di riferimento, la quota di retribuzioni inferiori a 1.750 euro: il 23,3% dei nuovi assunti stabilmente percepisce da 1.251 a 1.500 euro e il 22,3% da 1.501 a 1.750 euro contro, rispettivamente, il 25.5% e il 23,2% del 2015.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.