Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Ocse: migliora il mercato del lavoro in Italia

La mancata crescita della produttività ostacola il rilancio della crescita



FTA Online News, Milano, 13 Lug 2016 - 17:56

Dopo diversi anni il mercato del lavoro italiano è in lento miglioramento ma si tratta di valori molto lontani dalla media euro in particolare per quanto riguarda la disoccupazione di lunga durata.

La crisi oltre che sul lavoro ha inciso anche sui redditi

La crisi si è protratta per diversi anni ma sembra che il mercato del lavoro italiano stia migliorando seppur lentamente.

Nel dettaglio, il tasso di disoccupazione per la popolazione tra i 15 e i 74 anni è cresciuto nel primo trimestre del 2015 attestandosi al 49,4% ma si tratta del terzo valore più basso tra i paesi Ocse che colloca il Belpaese dopo la Grecia e la Turchia.

Per quanto riguarda il tasso di disoccupazione, nel 2015, è sceso all’11,5% e, secondo le previsioni, dovrebbe scendere al 10,5% entro la fine del 2017.

In calo la disoccupazione di lunga durata che registra una percentuale del 58,7% (-3,5% rispetto al 2014) ma anche qui è una percentuale tra le più elevate dei paesi Ocse.

Il rapporto "Employment outlook" a cura dell’Ocse indica anche che l’elemento dei Neet, i giovani che non lavorano e non studiano, desta particolare preoccupazione con il 15% dei ragazzi tra i 15 e i 29 anni che l’anno scorso rientrava in questa categoria.

In più, continua il rapporto, oltre la metà degli under 25 che lavorano è precario e il valore è in aumento rispetto al 2014 (dal 56% al 57,1%).

La ripresa sembra quindi essere molto fragile e ostacolata da una crescita che è piatta da 15 anni e che non consente nemmeno il rilancio dei salari.

L’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico sottolinea dunque la necessità da parte del Governo italiano di proseguire le riforme intraprese con il Jobs Act per poter agganciare la ripresa e dare nuovo slancio all’occupazione.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.