Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Il lavoro stabile spinge l’occupazione

Stabile l’occupazione a termine, in calo quella dei lavoratori indipendenti



FTA Online News, 24 Giu 2016 - 15:46

Buone notizie dal fronte occupazionale

Arrivano buone notizie dall’Istat rispetto all’occupazione sia su base annua che per quanto riguarda i primi tre mesi del 2016.
Nel dettaglio, risultano 242mila occupati in più rispetto all’anno scorso (+1,1%) con il contributo decisivo dei contratti a tempo indeterminato (+341 mila).
Su base annua aumentano i lavoratori dipendenti (+259.000 unità)  mentre diminuiscono quelli indipendenti (- 43.000)
Buone notizie anche sul fronte degli inattivi, nella fascia d’età compresa tra i 15 e i 64 anni, che sono 168 mila in meno rispetto al 2015.
Aumenta invece coloro che non cercano lavoro e non sono disponibili a lavorare (+58 mila) a fronte di un tasso di disoccupazione che rimane stabile all’11,6% anche se è bene dire, riguardo a quest’ultimo dato, che aumenta la forza lavoro in campo.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.