Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Da Invitalia agevolazioni per i giovani che fanno impresa

Sbloccati gli incentivi per iniziative turistiche e culturali nelle regioni del Sud



FTAOnline, Milano, 21 Gen 2014 - 11:11

Invitalia rilancia gli incentivi per l’Autoimpiego e l’Autoimprenditorialità con l’obiettivo specifico di promuovere lo sviluppo di imprese turistiche, culturali e naturalistiche anche inserite in contesti di particolare interesse ecologico e naturale presenti al Sud Italia.

Fra 1996 e 2013 nate 107.000 nuove imprese con queste agevolazioni
Dopo vari annunci e diversi mesi di attesa tornano gli incentivi  per l’Autoimpiego e l’Autoimprenditorialità concessi da Invitalia (l'Agenzia nazionale per l'attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa).

Lo sviluppo di imprese turistiche, culturali e naturalistiche, in particolare, viene promosso nei poli di attrazione dedicati nei comuni di Calabria, Campania, Puglia e Sicilia. Il governo ha rifinanziato con 80 milioni di euro gli incentivi previsti in passato e rivolti ai giovani che nel Meridione vogliono fare impresa e sono stati destinati 18 milioni di euro alle imprese turistiche, naturalistiche e culturali. E’ così di nuovo possibile inviare le domande di finanziamento in queste regioni. Per accedere alle agevolazioni è necessario presentare una domanda scritta che contenga l’idea di impresa che si intenda realizzare e il profilo del soggetto promotore. La domanda va completata da una argomentazione che supporti la validità tecnica e finanziaria del progetto. L’obiettivo è quello di valorizzare le risorse culturali e naturalistiche del Meridione italiano facendo leva sui giovani e sulla loro voglia di fare impresa.

Nel comunicato che annuncia il rifinanziamento delle agevolazioni per l’Autoimpiego e l’Autoimprenditorialità Invitalia sottolinea che dal 1996 al 2013 questi incentivi hanno permesso la nascita di 107.000 nuove imprese, costituite da giovani e disoccupati, e la creazione di oltre 210.000 nuovi posti di lavoro. Di conseguenza sono stati attivati nel periodo investimenti per circa 6 miliardi di euro. Il 90% di queste iniziative è stato realizzato nelle regioni del Mezzogiorno.

Nel dettaglio, Invitalia prevede di agevolare con l’Autoimpiego (D.Lgs 185/2000 Tit. II)
iniziative come:
• Lavoro autonomo (ditta individuale) per investimenti non superiori a € 25.823;
• Microimpresa (società di persone) per investimenti non superiori a € 129.114;
• Franchising (ditta individuale o società) da realizzare con Franchisor accreditati con l’Agenzia;

Le agevolazioni all’Autoimprenditorialità (D. Lgs. 185/2000 Tit. I) di Invitalia si rivolgono invece a imprese la cui maggioranza , numerica e di capitale, sia costituita da soci di età compresa tra i 18 e i 35 anni. Previsti al riguardo contributi a fondo perduto e mutui agevolati.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.