Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Lavoratori under 30: i bancari stanno meglio

La retribuzione media dei giovani lavoratori dipendenti non raggiunge i 1.000 euro



FTAOnline, Milano, 30 Apr 2014 - 17:11

Che lavoro devono fare i giovani se vogliono una busta paga corposa? La risposta è in una ricerca svolta dalla Cgia di Mestre sulla retribuzione mensile media dei lavoratori dipendenti di età inferiore ai 30 anni. Bancario, autista e militare sono le professioni che pagano di più, mentre la media degli stipendi si ferma – in maniera un po’ sconsolante – al di sotto dei mille euro mensili.

I sommersi e i salvati

La linea di galleggiamento – quella della retribuzione media per gli under 30 – si attesta a 977 euro mensili. Questo è il risultato prodotto dall’indagine della Cgia di Mestre sui redditi da lavoro dipendente per gli italiani che hanno meno di 30 anni.

Al di sopra e al di sotto di questa linea ideale si muove il mondo del lavoro, con professioni che consentono ai lavoratori di respirare con maggiore agio e altre che, invece, costringono a tirare la cinghia. Nel dettaglio, lo stipendio mensile più alto – 1.426 euro - è quello che si aggiudicano i bancari e gli impiegati nel settore delle assicurazioni; seguiti dagli autisti di macchine per il movimento terra e muletti (1.230 euro di retribuzione) e il personale dell’esercito (1.207 euro al mese).

Sotto la linea di galleggiamento troviamo: gli addetti alle pulizie (721 euro), le baby sitter (717 euro), i massaggiatori/estetisti (705 euro) e le colf (559 euro).

Per comprendere bene la statistica bisogna però considerare che queste ultime sono attività in cui è molto diffuso il ricorso a contratti part-time e di apprendistato, abitudine che collabora ad abbassare la media delle retribuzioni.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.