Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Lavoro

Avviare un'impresa in un giorno


La nuova procedura semplificata per le attività di impresa inizia la sua fase di sperimentazione, con l'obiettivo di semplificare i processi burocratici


18 Mar 2008 - 09:44

Inaugurata il 19 febbraio la nuova procedura semplificata per le attività di impresa inizia la sua fase di sperimentazione. Con l’obiettivo di scalare la classifica mondiale relativa alla semplicità burocratica per l’avvio di un’attività (al momento l’Italia occupa il 65° posto), le imprese potranno essere operative in 1 giorno e assolvere, al massimo in 7 giorni, gli adempimenti dichiarativi verso Registro delle Imprese, INPS, INAIL e Agenzia delle Entrate mediante la presentazione di un modello informatico unificato.

Il progetto

La nuova procedura sarà sottoposta ad una fase facoltativa per un periodo di 6 mesi. A partire dal 19 agosto 2008, il nuovo sistema sarà operativo sull’intero territorio nazionale e varrà per tutte le tipologie di impresa indistintamente dal settore di appartenenza.

Front office esclusivo delle comunicazioni telematiche saranno le Camere di Commercio, cui sarà delegato il compito di amministrare le richieste pervenute presso la casella di posta elettronica certificata (PEC) gratuita, e di attribuire il codice fiscale e/o la partita IVA per l'iscrizione al Registro delle Imprese, ma anche ai fini, previdenziali (INPS) e assicurativi (INAIL).

Le modalità della sperimentazione

Come da accordi tra gli enti coinvolti (INPS, INAIL, Agenzia delle Entrate, Camere di Commercio) - e in attesa della pubblicazione del decreto che individua le regole tecniche per la trasmissione della Comunicazione Unica - la sperimentazione avverrà secondo le seguenti modalità:

  • le comunicazioni ai fini previdenziali potranno essere eseguite inizialmente solo in alcune province "pilota" (sono state proposte: Torino, Venezia, Padova, Prato, Pescara, Ravenna, Milano, Napoli, Cagliari e Taranto) e solo da alcuni soggetti tra imprese, associazioni, professionisti che le Camere interessate coinvolgeranno nella sperimentazione e formeranno sulla nuova procedura
  • per quanto riguarda gli enti coinvolti, nel periodo sperimentale gli adempimenti che sarà possibile assolvere mediante la Comunicazione Unica saranno i seguenti:
  • Agenzia delle Entrate: tutti (dichiarazione di inizio attività ai fini IVA, variazione dati, cessazione attività)
  • Camere di Commercio: tutti (iscrizioni, modifiche, cessazioni)
  • INAIL: solo iscrizioni
  • INPS: solo iscrizioni per titolari/soci di imprese del terziario e datori di lavoro non artigiani. Sono esclusi nella prima fase gli imprenditori agricoli.

A regime anche per INAIL ed INPS, la procedura varrà non solo per l'avvio, ma anche per comunicare variazioni e cessazione dell'impresa. Per informazioni più approfondite www.registroimprese.camcom.it.

Formazione e assistenza

La sperimentazione sarà accompagnata da un periodo di formazione sull’avvio della nuova procedura, allestita da Infocamere per le imprese e tutti i loro intermediari: professionisti, associazioni di categoria, agenzie di pratiche, eccetera). I corsi si terranno nel periodo febbraio-luglio 2008.

Per rendere più agevole la partenza della nuova procedura, il sistema camerale renderà disponibile un servizio di assistenza telefonica al numero 199 502 010 per guidare gli utenti nella compilazione delle pratiche e si coordinerà con i servizi di assistenza di Agenzia delle Entrate, INPS e INAIL, che continuano ad essere il riferimento per gli utenti sulle domande nelle materie di loro competenza.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.