Lavoro: fatica la regolarizzazione di colf e badanti

A che punto è la regolarizzazione delle colf e badanti? Quanti sono contratti sono stati effettivamente registrati?



FTAOnline News, Milano, 30 Ago 2010 - 14:45

Ad un anno di distanza (il 1° settembre 2009, fu il giorno in cui partirono molte praticare on line da parte dei datori di lavoro per regolarizzare colf e badanti) in alcune province la situazione è disperata: a Latina, per esempio, solo il 22,71% delle colf e delle badanti ha ottenuto un contratto e solo il 29,4% delle pratiche è stato chiuso (con esito positivo o negativo). Situazione simile a Napoli (dove però le domande di emersione sono state oltre 24mila): il 26% delle pratiche è stato chiuso ma solo il 23,76% è andato a buon fine. Anche nelle grandi città la situazione non rosea. Infatti a Torino 8.300 domande sono ancora in lavorazione i contratti firmati sono pochi più di 2mila e in totale le istanze chiuse rappresentano il 27,83% di quelle presentate.

In generale

Secondo i dati raccolti al 6 luglio 2010, le domande pervenute per la regolarizzazione sono state 300mila e di cui solo 173.997 sono stati portati a termine. Questo significa che in media il 41% degli stranieri che hanno fatto domanda non hanno ancora firmato il contratto di lavoro.

Le bocciature

Il 6% degli stranieri che ha fatto domanda non firmerà mai il contratto: si tratta infatti degli stranieri la cui pratica è stata respinta per mancanza dei requisiti del lavoratore o del datore. Le bocciature, inoltre, riguardano anche gli stranieri colpiti da un'applicazione "restrittiva" della circolare per la quale chi è stato scoperto in Italia dopo un'espulsione non ha diritto alla regolarizzazione. Per legge è stato ammesso, ma voi viene “scartato”.

A questo, si aggiunge il problema degli interinali e dei precari assunti a tempo determinato dal ministero dell'Interno e non rinnovati. I primi sono stati mandati a casa lo scorso 31 luglio (tranne 45 unità, a cui è stato prorogato di un mese il contratto), mentre per i secondi (in scadenza a fine anno) è arrivato l'impegno del governo a prorogare i contratti di un anno ai fini di una definitiva stabilizzazione.

 

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.