Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Lavoro

La disoccupazione reale supera il 10%


Disoccupati e sfiduciati ridefiniscono la categoria dei “senza lavoro”


Ftaonline News, Milano 17 Gen 2012 - 17:21

La Cgia di Mestre ha messo sotto esame il mondo del lavoro ed è arrivata a una propria stima del reale tasso di disoccupazione che affligge l'Italia. Secondo il centro studi dell'associazione degli artigiani veneta, nel nostro Paese le persone senza lavoro sarebbero più di 2 milioni e mezzo, per un tasso di disoccupazione che oltrepassa il 10%. Numeri rilevanti, cui la Cgia è arrivata sommando ai disoccupati ufficialmente censiti dall'Istat quanti avrebbero rinunciato a cercare un lavoro, ormai sfiduciati dall'andamento del mercato dell'occupazione.

Situazione dura, soprattutto per i giovani

La disoccupazione reale in Italia sfiora i 10%. La stima è della Cgia di Mestre, che ottiene il dato sommando ai dati diramati ufficialmente dall'Istat anche la quota di sfiduciati, ovvero quanti hanno deciso di smettere di cercare attivamente un lavoro.

L'indicatore utilizzato dalla Cgia, da un punto di vista strettamente statistico, non è propriamente ortodosso, ma – secondo l'associazione – è utile per comprendere il momento di difficoltà occupazionale che sta attraversando il Paese.

Nel dettaglio, nel novembre 2011, secondo l’Istat, le persone attivamente alla ricerca di una occupazione erano 2.142.000. A questi, la Cgia ha sommato 438.000 nuovi scoraggiati, ottenendo un totale di persone senza occupazione pari a 2.580.000 o, in termini percentuali, un tasso di disoccupazione pari al 10,1% ( +1,5% rispetto a quanto segnalato dall’Istat).

Guardando allo scenario complessivo dell'economia italiana, la Cgia nella sua ricerca attesta che le forze di lavoro presenti in Italia sono pari a 25.049.000, mentre gli occupati sfiorano la soglia dei 23 milioni (precisamente 22.906.000). In termini percentuali il tasso di attività si attesta al 62,2%, quello di occupazione al 56,9%, mentre la disoccupazione giovanile ha ormai superato il 30% (precisamente il 30,1%).


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.