Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Lavoro

Il Curriculum Multimediale


L’ultima frontiera del recruiting online, nonché l’estrema sintesi della convergenza tecnologica.


31 Gen 2008 - 13:21

L’ultima frontiera del recruiting online, nonché l’estrema sintesi della convergenza tecnologica. Si tratta dei video-curricula, filmati personalizzati in cui il candidato mette letteralmente la faccia per entrare sul mercato del lavoro. Il curriculum non si scrive più, dunque, ma si interpreta. Abbandonati i tradizionali carta e penna, il proprio biglietto da visita si può costruire con una webcam, microfoni e, perché no, anche videofonini.

Il computer diventa la vera vetrina sul mondo del lavoro, non solo attraverso le agenzie di lavoro interinale e i canonici siti di offro/cerco lavoro, ma grazie alla possibilità di presentare i candidati in modalità interattiva.

Ancora alle prime armi (ma il servizio è in espansione), almeno in Italia, sembra essere l’audiocurriculum, la possibilità cioè di registrare messaggi vocali con il podcasting. Il successo dei servizi che permettono la registrazione vocale di messaggi da parte di imprese e candidati, mostra tutta l'efficacia di una formula intermedia tra multimedialità spinta e tradizione.

Le potenzialità della rete sono enormi per quanto riguarda la selezione se si considera la facoltà di integrare il proprio video con un eventuale portfolio di lavori. Non dimentichiamo poi che anche le imprese possono usare il sistema per presentare le proprie offerte, magari illustrando il luogo di lavoro.

Comunque sia, il recruiting on line è a una svolta e anche i motori di ricerca dedicati al lavoro aprono al multimediale. Gli annunci di offerta e ricerca lavoro inseriti sul web a novembre 2007, secondo una ricerca NielsenOnline/Jobrapido, sono stati oltre 54 mila. Dotati di sistemi di alerting e indicizzati dai metamotori i vari siti hanno raggiunto notevole visibilità aprendo gradualmente i propri “form” compilativi a modalità più interattive e personalizzabili.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.