Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
Lavoro

Ai dipendenti non solo soldi


Sempre più aziende riconoscono nella risorsa umana un prezioso elemento di crescita


FTAOnline 13 Apr 2012 - 16:22

Più un dipendente è sereno, più sarà produttivo: l'assunto è questo e così le aziende – alla ricerca di strategie per la crescita in tempi di crisi – si impegnano nel semplificare la vita dei propri lavoratori, affiancando le gratificazioni economiche con incentivi di altro genere.

L’attenzione alla risorsa umana diventa sempre più centrale

Per crescere, le aziende hanno bisogno di coccolare i propri lavoratori, mettendoli a proprio agio e riducendo le occasioni di conflitto interne al luogo di lavoro. Le risorse umane sono ormai divenute un settore fondamentale per vincere la sfida della competizione globale, un campo in cui le imprese devono operare mettendo a punto strategie che hanno il vantaggio di avere costi controllabili e, allo stesso tempo, consentono di migliorare le esperienze di lavoro dei dipendenti, aumentandone la produttività.

Un buon esempio di progetti avviati in quest'ottica sono i buoni di 2mila dollari annui da spendere in attività turistiche o il permesso di portare i propri animali in ufficio concessi ai propri dipendenti da Airbnb, un’azienda che si occupa di trovare alloggi privati per chi viaggia. Automattic (azienda conosciuta soprattutto per la piattaforma Wordpress e per Gravatar) e Ask.com hanno deciso di applicare una politica di gestione delle ferie per i propri dipendenti molto “easy”: i dipendenti possono prendere (ovviamente entro certi limiti) i giorni di vacanza che desiderano e nel periodo dell'anno che vogliono. Il motivo? La misura del successo, secondo Ask, è determinata da ciò che si produce e non dal tempo che ci si prende per se stessi.

Alla Johnson & Johnson hanno pensato a un servizio portineria che si prende cura dell’automobile dei collaboratori, ma c’è anche chi, come Miller, dà la possibilità ai lavoratori di gustare ben 13 tipi diversi di birra, rigorosamente alla spina, che viene erogata in apposite aree sparse nell'edificio.

Facebook concede ai dipendenti neo-genitori un bonus (una tantum) di 4mila dollari e, in generale, i suoi dipendenti non spendono nulla per mangiare, pur avendo la possibilità di scegliere anche pietanze particolari. Molto attiva nell'ambito degli incentivi non strettamente monetari è, da sempre, Google, che mette a disposizione degli amanti dello sci un impianto direttamente in California, in un'area (adiacente agli uffici) fornita di cannoni per la neve artificiale. A Mountain View, quartiere generale di Google, puntano inoltre in maniera decisa sulla crescita (anche personale) dei propri dipendenti: fino a 12mila dollari di rimborso per i corsi professionali frequentati dai collaboratori e 5mila dollari per assistenza legale qualora volessero adottare un bambino.


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.