Assunzioni 2021: nuovi bonus e sgravi in arrivo

La nuova legge di Bilancio 2021 prevede un piano triennale di incentivi a sostegno dell’occupazione e in particolare delle zone d’Italia più colpite dal Covid-19.



FTA Online News, Milano, 27 Nov 2020 - 17:03

La nuova legge di Bilancio 2021 prevede aiuti consistenti alle categorie di lavoratori più svantaggiate economicamente e a maggiore rischio di disoccupazione e in difficoltà di ricollocamento nel mercato del lavoro. Vediamo come e a chi sono rivolti.


Assunzioni 2021: sgravi per i giovani under 35

La nuova Legge di Bilancio, di prossima approvazione, contiene dei provvedimenti ad hoc a sostegno dell’occupazione soprattutto per le categorie sociali più a rischio rispetto alle variabili determinate dal mercato del lavoro. Vediamo nel dettaglio di che cosa si tratta e quali categorie sono interessate.

Il provvedimento più consistente è il bonus assunzioni 2021 ed è destinato ad incentivare l'occupazione giovanile tramite l’esonero dei contributi INPS per i datori di lavoro e per le aziende fino a 9 dipendenti che:

  • abbiano assunto o assumeranno a tempo indeterminato, a tutele crescenti, giovani fino a 35 anni di età tra il 2020 ed il 2022;
  • non abbiano proceduto a licenziamenti individuali per giustificato motivo nei 6 mesi precedenti e nei 9 mesi successivi all’assunzione
  • non abbiamo proceduto a licenziamenti collettivi nei confronti di lavoratori inquadrati con la medesima qualifica nella stessa unità produttiva.

Lo sgravio sarà del 100% dei contributi pensionistici dovuti dal datore di lavoro privato, nel limite di 6.000 euro, con durata minima di tre anni a partire dalla data di assunzione. 

Per le imprese operanti in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia, la durata dello sgravio sarà di 4 anni.


Assunzioni 2021:il Sud Italia in cima alle priorità 

Le ultime stime SVIMEZ (associazione per lo sviluppo dell’industria del Mezzogiorno) confermano che, in assenza di un intervento straordinario, il Mezzogiorno andrà incontro ad un calo dell’occupazione del 6%, circa il doppio rispetto al Centro-Nord (3,5%).

Per questo motivo, la Legge di Bilancio 2021 ha previsto, tramite il Bonus Sud, un’ulteriore agevolazione fiscale valida per le aziende situate al Sud Italia intenzionate ad assumere nuovo personale dal 1° luglio 2021 al 31 dicembre 2029.

Il bonus prevede un’esenzione percentuale dei contributi pensionistici, escludendo i premi e i contributi INAIL, in Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

In particolare, tale percentuale sarà del:

  • 30% dei contributi INPS versati fino al 31 dicembre 2025;
  • 20% dei contributi INPS versati per gli anni 2026 e 2027;
  • 10% dei contributi INPS versati per gli anni 2028 e 2029.

Assunzioni 2021: ulteriori sgravi per le donne disoccupate 

La Legge di Bilancio 2021, prevede lo sgravio del 100% dei contributi, sempre nel limite di 6.000 euro, valido per tre anni per i datori di lavoro che assumeranno tra il 2021 ed il 2022 donne disoccupate residenti al Sud.

L’assunzione deve essere funzionale ad un incremento effettivo e netto del personale aziendale calcolato sulla base della differenza tra il numero di lavoratori rilevato in ciascun mese ed il numero di lavoratori assunti sulla base dei 12 mesi.

Questo bonus sarà a disposizione per i datori di lavoro in tutta Italia ma con una limitazione: potrà beneficiarne solo chi assumerà lavoratrici, indipendentemente dall’età, disoccupate da almeno 24 mesi.

Articoli correlati

Bonus assunzioni 2020: cosa prevede di DL di Agosto?

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.