Bonus Industria 4.0: come funziona dal 2022

Il credito di imposta per investimenti in beni strumentali materiali e immateriali punta alla digitalizzazione delle imprese



FTA Online, 16 Feb 2022 - 16:47

La Legge di Bilancio per il 2022 ha confermato e prolungato i benefici del Bonus Industria 4.0 apportando però alcune significative modifiche. Si tratta sostanzialmente di incentivi agli investimenti delle imprese in beni materiali e immateriali per la digitalizzazione della loro attività, quindi di un intervento a supporto di una trasformazione strutturale del tessuto produttivo italiano.

L’ammodernamento della seconda economia manufatturiera d’Europa è infatti diventato, come in tutto il mondo, una ristrutturazione profonda, perché la digitalizzazione si è mostrata un’istanza pervasiva e trasformativa che non a caso costituisce uno dei due pilastri del Next Generation EU tanto da meritare indicazioni specifiche nel Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (precedente alla legge di bilancio per il 2022). Ma vediamo in dettaglio i provvedimenti.

Le nuove aliquote del credito d’imposta

Confermata e prolungata gran parte degli incentivi agli investimenti in beni materiali e immateriali tramite il meccanismo del credito di imposta, cambiano (riducendosi) le aliquote previste che sono, soltanto per il 2022, pari a:

Per i beni strumentali dell’allegato A annesso alla legge 11-12-2016, n. 232 (per esempio macchine utensili, robot, laser e altri dispositivi purché dotati di alcune caratteristiche tecnologiche):

  • 40% per investimenti fino a 2,5 milioni di Euro
  • 20% per la quota di investimenti oltre i 2,5 milioni di Euro e fino a 10 milioni di Euro
  • 10% per la quota oltre i 10 milioni di Euro e fino ad un massimo di 20 milioni.

Si tratta in questo caso di aliquote calcolate a decorrere dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022, con la finestra estesa al 30 giugno 2023 nel caso di ordine accettato dal venditore e pagato con acconto di almeno il 20% dell’acquisizione entro fine 2022.

Si tratta di una scadenza importante perché dopo le aliquote verranno più che dimezzate: al 20%, 10% e 5% del costo rispettivamente. Segnatamente dal 1° gennaio 2023 al 31 dicembre 2025, con la finestra estesa al 30 giugno 2026 nel caso di ordine accettato dal venditore e pagamento effettuato del 20% dell’acquisizione entro fine 2025.

Per i beni immateriali di cui all’allegato B annesso alla legge 11 dicembre 2016, n. 232 (per esempio software di modellazione 3D, applicazioni di realtà virtuale, di industrial analytics con trattamento ed elaborazione di big data provenienti da sensoristica IoT) si ha tempo fino a fine 2023, ma le aliquote sono più basse:

  • 20% del costo, per la quota di investimenti fino al limite massimo di costi complessivamente ammissibili pari a 1 milione di euro fino al 31 dicembre 2023 e con finestra al 30 giugno 2024 per ordini accettati dal venditore e pagati con acconto del 20% almeno entro il 31 dicembre 2023.
  • 15% del costo, per la quota di investimenti fino al limite massimo di costi complessivamente ammissibili pari a 1 milione di euro a decorrere dal 1° gennaio al 31 dicembre del 2024, con una finestra fino al 30 giugno 2025 se entro la fine del 2024 l’ordine sia stato accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti di almeno il 20% del costo complessivo.

Agevolabili anche le spese per servizi sostenute in relazione all’utilizzo dei beni di cui al predetto allegato B mediante soluzioni di cloud computing, per la quota imputabile per competenza.

Nel 2022 soltanto permane un’aliquota del 6% di credito d’imposta per:

  • gli altri beni strumentali materiali (ex Super Ammortamento); diversi dall’allegato A per costi ammissibili fino a 2 milioni di euro,
  • gli altri beni strumentali immateriali diversi dall’allegato B (con limite massimo a costi di 1 milione di euro).

Bonus Industria 4.0: a chi si rivolge, come e cosa non si può incentivare

Il bonus Industria 4.0 si rivolge a tutte le imprese residenti sul territorio italiano (anche le organizzazioni stabili di soggetti non residenti, cioè le controllate italiane di gruppi esteri), di tutti i settori e dimensione. Sono inclusi nella platea dei beneficiari per il credito d’imposta in altri beni strumentali materiali tradizionali anche gli esercenti arti e professioni, compresi i soggetti a regime forfetario, le imprese agricole e le marittime.

Sono invece escluse tutte le imprese in liquidazione volontaria, fallimento, liquidazione coatta amministrativa, concordato preventivo senza continuità aziendale o altra procedura concorsuale. Escluse anche imprese destinatarie di sanzioni interdittive ai sensi dell'articolo 9, comma 2, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 231. Requisito necessario è il rispetto delle normative di sicurezza nei luoghi di lavoro e il versamento dei contributi previdenziali e assistenziali ai lavoratori.

Serve, sia per beni materiali, che immateriali, una perizia tecnica semplice rilasciata da un ingegnere o da un perito industriale (iscritti all’albo) o un attestato di conformità prodotto da un ente certificato: questi documenti devono indicare la presenza delle caratteristiche tecniche richieste dai citati allegati A e B e il collegamento dei beni ai sistemi di produzione o alla rete di fornitura. Nel caso di beni dal costo inferiore ai 300 mila euro basta una dichiarazione del rappresentante legale.

Per tutti questi incentivi è previsto un credito di imposta utilizzabile esclusivamente in compensazione in tre quote annuali di pari importo a decorrere dall’entrata in funzione dei beni.
Quella del credito d’imposta è una novità del 2020 e del Piano Transizione 4.0 che ha superato i meccanismi precedenti di iper e super ammortamento da cui ha ereditato la platea dei beni negli allegati A e B.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.