Mutuo prima casa giovani 2021: cosa cambia con il Decreto Sostegni bis?

Il Fondo di garanzia è stato rifinanziato per altri due anni ma con alcuni cambiamenti



FTA Online News, Milano, 15 Giu 2021 - 16:00

Il Decreto sostegni bis conferma lo stanziamento di nuovi fondi per sostenere l’acquisto della prima casa da parte dei giovani introducendo però alcune novità.

Vediamo insieme quali sono e come usufruirne.

 

Mutuo prima casa giovani 2021: lo Stato copre fino all’80%

Il Decreto Legge Sostegni bis, entrato in vigore recentemente, affronta anche il tema relativo alle agevolazioni per l’acquisto della prima casa da parte di giovani introducendo importanti novità.

La dotazione del Fondo di Garanzia è stata aumentata di 290 milioni di euro per il 2021 e di 250 milioni per il 2022 mentre la dotazione della garanzia da parte dello Stato passa dal 50% all’80% fino ad un importo massimo di 250.000 euro.

Oltre a queste due importanti novità vengono confermate anche alcune normative che prevedono l’esenzione completa per alcune imposte da pagare al momento della stipula del contratto d’acquisto dell’immobile come l’imposta di registro.

Per quanto riguarda invece le imposte catastali e ipotecarie sono cancellate del tutto ed è prevista la riduzione del 50% delle spese notarili.

Si tratta di un pacchetto che consente un sicuro risparmio sia per quanto riguarda le spese burocratiche che per quanto riguarda l’accesso al credito che rimane agevolato e garantito.

 

Mutuo prima casa giovani 2021: quali sono i requisiti e come fare domanda?

Fino a qui abbiamo illustrato le principali novità del Decreto, andiamo ora a vedere quali sono i requisiti per usufruire del bonus e come richiederlo.

Il primo requisito riguarda l’età del richiedente che non deve essere superiore ai 36 anni mentre il secondo stabilisce che il reddito del mutuatario non debba essere superiore ai 40.000 euro (fa fede la certificazione ISEE).

Il Decreto chiarisce inoltre che l’immobile oggetto d’acquisto non deve essere associato alla categorie catastali A1, A8, A9 e non deve avere caratteristiche di lusso.

Le agevolazioni concesse dalla normativa entrata in vigore lo scorso 25 maggio possono essere richieste a partire dal 24 giugno 2021 e fino al 30 giugno 2022 presentando la richiesta alla banca o all’intermediario finanziario attraverso il quale si richiede il confido, se aderente all’iniziativa, tenendo presente che il modulo da compilare non sarà disponibile prima del 24 giugno.

 

Articoli Correlati

Fondo garanzia prima casa: dopo la conferma che cosa cambia?

Fondo di garanzia 2021: lo Stato conferma la garanzia

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.