Mutuo: sospese le rate per 1 anno

Il 23 gennaio scade il “Percorso Famiglia”: sospensione delle rate del mutuo.



FTAOnline, Milano, 18 Gen 2013 - 10:35

Ancora pochi giorni per poter beneficiare del progetto denominato “Percorso Famiglia” ovvero un’iniziativa che scadrà a breve, il 23 gennaio, e cha dà al possibilità alle famiglie in difficoltà di per poter chiedere alla propria banca di sospendere per un certo periodo di tempo il pagamento delle rate del mutuo.

Il progetto  è stato lanciato dall’Associazione Bancaria Italiana – ABI, in collaborazione con varie associazioni consumatori proprio per venire incontro a quelle famiglie che si trovano in difficoltà nel pagamento delle rate del mutuo. Infatti un rapporto del Censis di fine 2012 rileva come, tra le famiglie con mutuo immobiliare, aumentino le situazioni in cui la restituzione della rata diventa sempre più difficile. Precisamente il 5%  delle famiglie non riesce a rispettare le scadenze delle rate e si ritrova così in regime di morosità con la banca creditrice.

Il Progetto

Il progetto “Percorso Famiglia” prevede la sospensione delle rate del mutuo per 1 anno a patto però che vengano soddisfatti alcuni requisiti: perdita del posto di lavoro; cessazione del contratto a termine; riduzione dell’orario di lavoro; entrata in cassa integrazione; morte o grave infortunio dell’intestatario del mutuo. Inoltre il mutuatario deve dimostrare essenzialmente un reddito annuo inferiore a 40mila euro ed un mutuo di importo originario inferiore ai 150mila euro.

Qualsiasi tipologia di mutuo è ammassa per poter beneficiare dell’iniziativa e nel caso si è già insolventi, la richiesta di sospensione delle rate viene accettata ugualmente a patto che il ritardo nei pagamenti delle rate non sia superiore a 90 giorni consecutivi alla data di presentazione della richiesta e il motivo rientri in uno di quelli sopra descritti.

Per quanto riguarda il metodo di sospensione della rata, le modalità sono a discrezione di ogni singola banca: alcune interrompono l’intera rata e altre invece possono sospendere solo la quota capitale. In sostanza non ci sono delle regole fisse, in quanto il progetto lanciato dall’Abi è un accordo tra le banche e appunto l’associazione Bancaria Italiana e pertanto ogni banca può applicare delle condizioni che vengono adattate alle più variegate esigenze del cliente.

Secondo gli ultimi dati disponibili, a seguito di questa iniziativa, le banche hanno sospeso circa 68.000 mutui, pari a oltre 8 miliardi di debito residuo, garantendo ai nuclei interessati una liquidità aggiuntiva di 513 milioni di euro (circa 7.000 euro a famiglia).

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.