Mutui: in Italia gli interessi più alti

Le banche italiane richiedono ai consumatori gli interessi più alti d’Europa.



FTAOline,Milano, 04 Mar 2013 - 16:58

In Italia le banche applicano uno spread d’interesse notevolmente superiore a quello applicato ai mutui e ai prestiti nel resto dell’Eurozona.

Prestiti e mutui sempre più cari in Italia

Adusbef e Federconsumatori hanno rielaborato i dati provenienti da Bce e Bankitalia relativi ai tassi d’interesse di riferimento applicati a mutui e prestiti ed i risultati sono a dir poco scoraggianti.
Non esiste infatti, in tutto il resto dell’Eurozona, un differenziale così elevato tra il reale costo del denaro e quello che gli istituto di credito applicano ai consumatori.

Coloro che in Italia riescono ad ottenere un mutuo trentennale di 100 mila euro, pagano in media una rata mensile di 515 euro (tasso del 4,64%) contro i 446 euro (tasso del 3,45%) pagati da un francese, tedesco o da un qualsiasi altro cittadino della zona Euro.
Il che significa, dati alla mano, che un italiano paga circa 69 euro in più che corrispondono a circa 828 euro ogni anno. Per un mutuo di durata trentennale, un italiano, a fine periodo, versa in più alle banche, rispetto a quello degli altri Paesi di Eurolandia, circa 24.840 euro che vale quasi un quarto dell’intera somma erogata.

E la situazione non migliora con i prestiti. In Italia mediamente il tasso applicato per il credito al consumo è di 150 punti base più alto della media europea. Quindi su un prestito di 30mila euro a 10 anni un italiano paga 357 euro al mese di rata (tasso al 7,56%) mentre un europeo 334 (al tasso del 6,04%), ben 23 euro in più al mese, 276 euro in più all’anno, che diventano 2.760 euro alla fine dei 10 anni, quasi il 10% dell’intera somma erogata dall’istituto di credito.

Tirando le somme, gli istituti bancari e finanziari sembrano voler approfittare dei tassi bassi per poi applicare spread esorbitanti che consentono guadagni altissimi su mutui e prestiti.
Si tratta di una situazione al limite della speculazione che favorisce chi ha già soldi e garanzie ma che scoraggia coloro i quali sono a corto di liquidità.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.