Casa: niente multa per chi paga l’affitto in contanti

Pagare l’affitto in contanti è possibile se non si raggiungono i 1.000 euro



FTAOnline, Milano, 07 Mar 2014 - 17:52

Torna la possibilità di pagare l’affitto in contanti senza incorrere in sanzioni per effetto di una diversa interpretazione della norma vigente dal primo gennaio.
Per la tracciabilità basterà possedere un documento che attesti l’avvenuto pagamento.

Pagare in contanti è possibile, ma entro una certa cifra
Cambia l’interpretazione della legge che riguarda la tracciabilità dei canoni e torna la possibilità del pagamento dell’affitto in contanti, ma entro una soglia ben definita che si attesta al di sotto dei mille euro di importo.
Il Mef ha dichiarato che il pagamento in contanti può proseguire senza alcun limite temporale, accanto alle altre forme di pagamento previste come il versamento sul conto corrente, il bonifico, carta di credito o assegni.
Per garantire la “tracciabilità” del pagamento basterà “possedere una prova documentale, comunque formata, purché chiara, inequivoca e idonea” che attesti l’avvenuto pagamento del canone mensile.
Sarà dunque soggetto a sanzioni unicamente chi trasgredisce e utilizza il pagamento per gli affitti 2014 anche per gli importi pari o superiori ai 1000 euro.

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.