Casa: meno lusso, più abitazioni di media categoria  

Aumenta la disponibilità di abitazioni di tipo economico mentre diminuiscono quelle signorili



FTA Online News, Milano, 23 Ago 2018 - 16:17

Le case di lusso fanno sempre più spazio rispetto alle abitazioni più economiche o di media categoria in un contesto generale di offerta immobiliare.

Il mattone si riposiziona verso una offerta più "economica"

Le case lussuose fanno spazio sempre di più a quelle abitazioni più economiche.

La pubblicazione annuale dell’Osservatorio del mercato immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, relativa al mercato immobiliare, rileva come lo stock immobiliare è aumentato dello 0,8% con circa 548.000 unità presenti sul mercato in più rispetto al 2016.

L’Omi aggiunge che è aumentate le abitazioni nelle categorie A/2, A/3 (abitazioni civili e di tipo economico), A/7 (villini) e A/11 (abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi, +2,2%).

Sono diminuite invece le abitazioni signorili (A/1), le abitazioni popolari (A/4), le ville (A/8), i castelli e i palazzi di pregio (A/9) e, con tassi superiori al 2%, le abitazioni di tipo ultrapopolare e rurale (A/5 e A/6).

In crescita anche le unità immobiliari censite come pertinenze e negozi, mentre diminuisce il numero di uffici (- 0,2%).

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.