Bonus casa 2020: finalmente un po’ di chiarezza

Dal bonus ristrutturazioni al bonus caldaie al Sismabonus tutte le novità e le proroghe inserite nel Decreto Crescita.



FTA Online News, Milano, 04 Mar 2020 - 11:35

Le detrazioni fiscali sono sempre un capitolo molto atteso dai contribuenti in modo particolare se si tratta di spese importanti come la ristrutturazione dell’abitazione da sempre considerato un bene di estrema importanza per gli italiani.

Bonus casa 2020: moltissime le conferme oltre il nuovo "bonus facciate"

L’approvazione definitiva Legge di Bilancio permette di fare chiarezza riguardo a diversi provvedimenti molto attesi dagli italiani tra i quali troviamo il pacchetto "Bonus casa" che consente di risparmiare cifre considerevoli per chi decide di efficientare la propria abitazione ristrutturandola.
Vediamo quindi quali sono le novità e proroghe (rispetto a quanto già presente nella manovra 2019) incominciando da quest’ultime:

  • Bonus ristrutturazione: confermato fino alla fine dell’anno coincide con la detrazione al 50% dell’Irpef per la somma erogata per gli interventi di ristrutturazione edilizia fino a un massimo di 96.000 euro. Il vantaggio è applicabile anche su interventi interni a edifici già funzionanti come l’impianto elettrico, idraulico e le pareti;

  • Bonus mobili e elettrodomestici: prorogato per tutto l’anno consente una detrazione sempre del 50% per chi spende al massimo 10.000 in elettrodomestici ad alta efficienza energetica oltre che di mobili in complemento;

  • Ecobonus per il risparmio energetico: consente una detrazione fiscale compresa tra il 50% e il 75% su tutti gli interventi mirati ad un miglioramento dell’efficienza energetica di un appartamento.
    Può essere utilizzato per l’aggiunta di rivestimenti termici o in caso si installazione di caldaie e di impianti di termoregolazione evoluti;

  • Bonus acquisto prima casa: si tratta di bonus che vanno a impattare sulla riduzione dell’Iva a quella della tassa di registro, fino alla rimozione dell’imposta di bollo e delle tasse ipotecarie nel caso in cui venga acquistata una casa come abitazione principale;

  • Sismabonus: consente un vantaggio economico a chi decide di svolgere un qualsiasi tipo di intervento in chiave antisismica volto a incrementare la sicurezza di un determinato appartamento. La detrazione è dell’80% rispetto alla cifra investita fino ad arrivare all’85% in caso di miglioramento effettivo di due classi. La proroga del bonus è stata estesa a tutto il 2021.

In tema di novità arriva l’approvazione definitiva del Bonus facciate che consente una detrazione Irpef del 90% rispetto alle spese sostenute per gli interventi migliorativi e di restauro della facciata dell’abitazione (fatto salvo il limite di spesa pari a 96.000 euro).
Viene introdotto anche il bonus rubinetti (detrazione del 65% delle spese effettuate per la messa in posa di dispositivi atti a migliorare il risparmio idrico) mentre per lo sconto in fattura l’area d’azione viene limitata solo agli interventi di riqualificazione energetica di importo superiore a 200.000 euro abrogando quindi la possibilità di ottenerlo per interventi di efficientamento energetico e rischio sismico.

Articoli correlati:

Ristrutturazione casa: ecco le agevolazioni fiscali 2020

Glossario finanziario

Hai dei dubbi su qualche definizione? Consulta il glossario finanziario di Borsa Italiana.

VAI


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.


Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.